Skip to main content

Una sottilissima sfoglia di pasta fresca con un morbido cuore di patate, speck e parmigiano: sono i ravioli di patate e speck, che vi proponiamo in questa ricetta con foto passo per passo per accompagnarvi nella realizzazione di questi ravioli perfetti da servire a un pranzo con amici. I ravioli di patate e speck possono essere conditi con moltissimi tipi di sugo e piaceranno davvero a tutti. Potrete anche prepararne in quantità in modo da congelarli e averne a disposizione quando volete. La realizzazione è davvero semplice: vi basterà bollire le patate, schiacciarle e condirle con parmigiano, burro, sale, pepe e speck. Vi basteranno pochissimi ingredienti per creare un piatto spettacolare, gustoso e genuino, che vi proponiamo con un semplicissimo condimento di burro e salvia. E se siete amanti della pasta ripiena, vi suggeriamo di dare un’occhiata anche alla nostra ricetta dei casoncelli e, per un tocco orientale, dei gyoza!

Ingredienti per 4 persone

  • Uova: 4
  • Farina 00: 400 g
  • Sale: 1 g
  • Patate: 500 g
  • Burro: 100 g
  • Parmigiano: 100 g
  • Speck a fette sottili: 100 g
  • Sale e pepe: q.b.
  • Salvia: 1 rametto
  • Burro per la cottura: 100 g
  • Acqua: 3 l
  • Sale grosso: 1 cucchiaino
  • Preparazione: 45 minuti
  • Cottura: 35 minuti
  • Totale: 1 ora, 20 minuti
  • Calorie: 256 kcal/porzione

Preparazione

1

Iniziate dalla preparazione dei ravioli: disponete la farina a fontana su un piano di lavoro, poi aggiungete uova e sale.

2

Amalgamate le uova con una forchetta, recuperando dai bordi della fontana poca farina alla volta, fino a ottenere un composto bricioloso.

3

Iniziate a impastare energicamente con le mani. Dovrete impastare finché il panetto non sarà liscio e compatto, poi avvolgetelo nella pellicola e ponetelo in frigorifero per 1 ora.

4

Durante il riposo della pasta dedicatevi a preparare il ripieno. Sciacquate le patate ed eliminate terreno e impurità. Ponetele in una pentola piena d’acqua e portate la pentola sul fuoco. Lasciate cuocere per circa 30 minuti dall’inizio del bollore. Le patate saranno cotte quando riuscirete a infilzarle con una forchetta.

5

Una volta cotte lasciatele riposare qualche minuto, poi inserite una patata alla volta nello schiacciapatate. Otterrete così della purea. È indifferente sbucciarle o meno, perché la buccia verrà raccolta dallo schiacciapatate.

6

Aggiungete il burro a pezzetti. Schiacciatelo e amalgamatelo con una forchetta e mettete temporaneamente da parte il composto.

7

Intanto tagliate a striscioline sottili lo speck e aggiungetelo al composto di patate, unendo sale e pepe. Amalgamate bene il tutto.

8

Aggiungete infine il parmigiano grattugiato, incorporandolo nel composto di patate e speck. Raccogliete con le dita un po’ di impasto e formate delle palline di 6-7 grammi ciascuna.

9

Dividete la pasta fresca in pezzi, lavorando un pezzo alla volta e lasciando gli altri in frigorifero, in modo che non si secchi.

10

Usate un mattarello per formare una sfoglia molto fine, di forma rettangolare. L’altezza del rettangolo deve essere di almeno 10-12 cm, mentre lo spessore della pasta non deve superare i 2 mm. Potete usare anche una macchina per la pasta impostandola alla misura 6.

11

Posizionate le palline di ripieno sulla sfoglia, distanziate di almeno due dita tra loro. Sollevate la parte superiore della sfoglia per coprire il ripieno, facendo una leggera pressione per eliminare l’aria attorno alle palline di patate e speck.

12

Eliminate la pasta in eccesso utilizzando una rotella dentata.

13

Ritagliate ogni raviolo passando la rotella dentata al centro dello spazio tra i ripieni.

14

Posizionate i ravioli su dei vassoi infarinati e proseguite con la restante pasta fino a terminarla.

COTTURA DEI RAVIOLI E CONDIMENTO CON BURRO E SALVIA

1

I ravioli ripieni con patate e speck possono essere serviti con diversi sughi. Noi vi proponiamo una versione veloce con burro e salvia.

2

Portate a bollore l’acqua in una pentola capiente assieme a 1 cucchiaio di sale grosso. Tuffatevi i ravioli e lasciateli cuocere per 6-7 minuti.

3

Mentre i ravioli sono in cottura ponete 100 grammi di burro in una padella dal fondo spesso e aggiungete delle foglie di salvia lavate e asciugate. Fate sciogliere il burro e lasciatelo dorare.

4

Scolate i ravioli con un mestolo forato e versateli in una ciotola o, se preferite, direttamente sul piatto da portata.

5

Condite con il burro fuso e la salvia. Se gradite potete aggiungere una spolverata di parmigiano.

Consigli e suggerimenti

Per questa ricetta abbiamo utilizzato solo farina 00. In alternativa è possibile usare 200 g di farina 00 e 200 g di farina di semola rimacinata.

Il ripieno dei ravioli può essere aromatizzato con spezie ed erbe. Vi consigliamo di aggiungere alcune foglie tritate di salvia, oppure 1 pizzico di noce moscata grattugiata.

Le patate vanno cotte con la buccia in modo che non assorbano troppa acqua. In alternativa potete cuocerle al vapore eliminando la buccia, oppure cuocerle al microonde per ridurre considerevolmente i tempi.

Il tempo di cottura dei ravioli varia a seconda dello spessore della sfoglia. Se avrete ottenuto una sfoglia particolarmente sottile, il tempo di cottura sarà di circa 5 minuti.

Per ritagliare i ravioli potete usare anche un coppapasta tondo dal diametro di 4 cm oppure degli stampini per biscotti. Potete dare loro la forma che preferite.

I ravioli di patate e speck possono essere conditi con diversi sughi: noi vi abbiamo proposto una versione veloce con burro e salvia, ma potete condirli con del ragù di carne o con del pesto alla genovese fatto in casa.

Volete un consiglio in più? Servite i ravioli di patate e speck con burro caldo e una spolverata di tartufo fresco, per un piatto gourmet.

Conservazione

I ravioli di patate e speck cotti e conditi sono ottimi se consumati subito. In alternativa possono essere conservati in frigorifero, in un contenitore chiuso, per 1 giorno al massimo e possono essere scaldati in microonde. Vi sconsigliamo di congelare i ravioli cotti.

Da crudi potete invece congelarli: lasciateli riposare circa 30 minuti sul vassoio infarinato, ben distanziati tra loro. Potete poi inserirli nei sacchetti appositi per il freezer e congelarli per 2 mesi al massimo.

Potete anche conservare i ravioli crudi sul vassoio infarinato, coperti da un canovaccio pulito, fino a 12 ore. Questo metodo di conservazione è l’ideale se volete preparare i ravioli un giorno prima e poi servirli per pranzo o per cena.

Lascia una risposta