Cosmopolitan, la ricetta del cocktail più glamour

La guida dettagliata e moltissimi consigli per preparare direttamente in casa vostra il famoso cocktail Cosmopolitan.
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp

Dolcezza e acidità sono perfettamente equilibrati nel cocktail più chic in assoluto: il Cosmopolitan. Divenuto leggendario soprattutto per essere il cocktail onnipresente della serie Sex and The City, il Cosmopolitan è il drink sinonimo di eleganza e di stile che ha spopolato prima in America e poi nel resto del mondo. Non è solo il suo aspetto che attira, ma anche il suo sapore profumato e dal retrogusto fruttato. il ‘Cosmo’ è ideale per un aperitivo tra amici o come after dinner dal tocco glamour. Ecco tutto quello che c’è da sapere sul Cosmopolitan, il cocktail più elegante ed iconico di sempre amato in particolar modo dalle donne: ricetta, consigli e curiosità sulle sue origini.

Ingredienti per 1 persone

  • Vodka citron (al limone): 40 ml
  • Cointreau: 15 ml
  • Succo di lime: 30 ml
  • Succo di mirtillo rosso: 30 ml
  • Lime: 1 rondella
  • Ghiaccio
  • Preparazione: 5 minuti
  • Cottura:
  • Totale: 5 minuti
  • Calorie: 210 Kcal/cocktail

Preparazione

1

Per la realizzazione del Cosmopolitan la tecnica è quella ‘Shake and Strain’. Vediamo i 3 passaggi per preparare il cocktail più glamour.

2

Spremere il lime e filtrarne il succo. Nello shaker inserire tutti gli ingredienti: i cubetti di ghiaccio, la Vodka, il Cointreau, il succo di lime spremuto e il succo di mirtillo

3

Agitare bene per 10 secondi e con l’aiuto dello strainer filtrare la bevanda versandola nella coppetta ghiacciata ed evitando che i cubetti di ghiaccio cadano nel bicchiere

4

Servire il Cosmopolitan aggiungendo la guarnizione di lime: effettuate un taglietto nella rondella del frutto e posizionatela sul bordo del bicchiere per un tocco di stile

Accessori

  • Una coppetta, cosiddetta Coppa Martini, o una doppia coppetta (più grande)
  • Uno shaker
  • uno strainer (o in alternativa un colino)
  • Uno spremiagrumi

Consigli e suggerimenti

  • La coppetta in cui servirete il cocktail deve essere ben fredda. Per questo vi consigliamo di metterla in freezer per qualche minuto, oppure inserite due cubetti di ghiaccio per raffreddarla prima di versarvi il drink
  • Inutile dire che più gli ingredienti sono di qualità e meglio risulterà il vostro Cosmopolitan. In particolare, preferite un succo di mirtilli rossi biologico e senza conservanti per un sapore più genuino e intenso.

Storia

Sono tanti i barman che nel tempo ne hanno rivendicato la paternità, ma nessuna di queste è certa. La versione più accreditata e verosimile è quella che vede una barman donna come ideatrice del Cosmopolitan: Cheryl Cook. La stessa madrina del drink ha raccontato che negli ultimi anni ’80 stava tornando di moda il Martini, con il suo tipico bicchiere conico e dal gambo fine. Ma era poco amato dalle donne per il suo sapore asciutto e forte, nonostante fosse glamour averne un bicchiere in mano. Decise così di ricreare un cocktail dal sapore più dolce e morbido che si avvicinasse maggiormente ai gusti delle donne.

Fu così che nell’iconica coppetta inserì gli ingredienti che oggi compongono questo drink. Si racconta che, una volta servito ai primi clienti, ebbe un successo così forte che tutti lo volevano provare e addirittura il celebre magazine americano Cosmopolitan gli avrebbe dedicato un articolo. E proprio dalla rivista deriverebbe il nome del cocktail dal colore rosa e dall’aspetto elegante. Oggi è il drink per l’aperitivo o per il dopo cena che rappresenta l’eleganza e lo stile. Tra i più amati, soprattutto dalle donne.

Conclusione

Dai ammettiamolo, chi di noi ha mai sorseggiato un Cosmopolitan senza aver pensato anche solo per un istante alla celebre serie tv Sex and The City? E allora mettiamoci all’opera con coppetta alla mano e gli ingredienti necessari. Con questa ricetta preparerete un Cosmopolitan degno dei migliori cocktail bar di New York. E se amate i drink a base di Vodka vi suggeriamo anche il Manhattan, il White Russian e lo Screwdriver. Tutti da provare.