Manhattan, la ricetta originale del cocktail di New York

Una guida dettagliata e molti consigli per stupire i palati dei nostri ospiti e preparare in casa il cocktail Manhattan.
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp

Qual è il cocktail da coppetta per eccellenza, guarnito da una succosa ciliegia adagiata al suo interno? Non può che essere il celebre Manhattan. Omonimo del quartiere di New York in cui si racconta che sia nato, il Manhattan è un concentrato esplosivo di Whiskey, Vermouth rosso e Angostura. Tra dicerie popolari ed eventi reali, capire quale sia la vera storia della nascita di questo cocktail non è semplice. Ciò che è certa è la fama che ha raggiunto in tutto il mondo, complici anche i numerosi film che lo mostrano spesso tra le mani dei protagonisti. Ma come si prepara il Manhattan? Dalla gradazione alcolica non indifferente è sicuramente un classico da aperitivo o da sorseggiare dopocena per rilassarsi. Vediamo la ricetta originale con passaggi e consigli per preparare un Manhattan dal sapore deciso e inconfondibile.

Ingredienti per 1 persone

  • Rye Whiskey o Canadian Whiskey: 40 ml
  • Vermouth rosso: 20 ml
  • Angostura: 1 goccia
  • Ciliegina al Maraschino: 1
  • Ghiaccio
  • Per guarnire: buccia di arancia fresca o di limone
  • Preparazione: 10 minuti
  • Cottura:
  • Totale: 10 minuti
  • Calorie: 155 Kcal/10 cl

Preparazione

1

Sono pochi gli ingredienti che lo compongono, ma il suo sapore è inimitabile. Vediamo i passaggi da seguire per un Manhattan da fare invidia ai migliori barman. La tecnica utilizzata è la cosiddetta ‘Stir & Strain’, ossia mescolare gli ingredienti in un bicchiere capiente e filtrare il tutto nella coppetta in cui servirlo freddo.

2

Nel bicchiere alto e capiente (mixing glass) inserire il ghiaccio e versare una goccia di Angostura, un amaro dal sapore intenso e speziato

3

Inserire poi il Rye Whiskey e il Vermouth rosso e mescolare delicatamente

4

Nella coppetta, adagiare la ciliegina al Maraschino e versare il composto preparato aiutandosi con lo strainer o con un colino, in modo da trattenere il ghiaccio senza farlo cadere nel bicchiere conico

5

Servire il vostro Manhattan cocktail così preparato oppure guarnire con un pezzetto di scorza di arancia o di limone a piacere

Accessori

  • Una coppetta (chiamata anche Coppa Martini), l’iconico bicchiere dalla forma conica rovesciata e dal gambo stretto e lungo
  • Un bicchiere alto e capiente, per mescolare gli ingredienti (chiamato ‘mixing glass’)
  • Un cucchiaino dal manico lungo
  • Un jigger per dosare meglio gli ingredienti
  • Lo Strainer (accessorio per filtrare il composto) o in alternativa un colino

Consigli e suggerimenti

  • Il bicchiere in cui va servito il Manhattan deve essere ghiacciato. Per una riuscita ottimale di questo cocktail vi suggeriamo di mettere la coppa in freezer per circa 5 minuti. In questo modo la temperatura del vetro raggiungerà gli zero gradi.
  • Un suggerimento anche su come berlo: afferrate il bicchiere sempre dal gambo. In questo modo la coppa ghiacciata riuscirà a mantenere una temperatura bassa senza che il drink si scaldi con il calore della mano.

Storia

Le origini del Manhattan sono affidate a un racconto popolare curioso. Si narra che nel 1870 la madre di Winston Churchill avesse organizzato al Manhattan Club di New York un banchetto per l’allora candidato alle elezioni presidenziali. In quell’occasione, il barman incaricato dell’evento avrebbe ideato un cocktail a base di Whiskey, Vermouth rosso e Angostura che prese poi il nome del quartiere della Grande Mela in cui è nato: Manhattan. Secondo questa versione il banchetto ebbe un grande successo, contribuendo a rendere popolare il cocktail. Anche la produzione cinematografica, come è accaduto per altri cocktail, ha contribuito a renderlo famoso in tutto il mondo. Nel caso del Manhattan, il drink è presente nelle scene della celebre commedia ‘A qualcuno piace caldo’ di Billy Wilder in cui recitò anche l’iconica Marilyn Monroe.

Leggende a parte, oggi il Manhattan è uno dei cocktail più famosi in tutto il mondo, un’istituzione. Chi non ne ha mai provato uno?

Conclusione

Pronti a sorseggiare uno dei più celebri cocktail servito nell’iconica Coppa Martini? E se amate i drink serviti in questo elegante bicchiere dal gambo allungato, vi consigliamo anche il Cosmopolitan, il Manhattan e il Tommy’s Margarita.