fbpx

Stoccafisso con le patate, ricetta della nonna

Lo stoccafisso con le patate è un secondo piatto completo, gustosissimo e cremoso, che vi sorprenderà con il suo sapore!
stocafisso con le patate
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp

Lo stoccafisso con le patate è un piatto davvero eccezionale. Delicato ma consistente, unisce la scioglievolezza dello stoccafisso ammollato con la corposità delle patate. Un piatto diffuso praticamente in tutta Italia con diverse varianti che dipendono dalla regione in cui viene preparato. Nel Sud, per esempio, lo stoccafisso con le patate viene cotto in umido aggiungendo dei pomodorini, in modo che esca lievemente colorato; al nord, invece, la consistenza dello stoccafisso con le patate è più liquida. Questa nostra versione vi propone una ricetta semplice da preparare e molto gustosa, ideale da preparare un po’ in anticipo e servire ai propri commensali durante una cena o un pranzo di famiglia. L’unico accorgimento è ammollare accuratamente lo stoccafisso in acqua per 10 giorni, cambiandola ogni 12 ore, in modo che il pesce si reidrati correttamente e sia pronto per essere utilizzato. Pur essendo un pesce originario del nord Europa, lo stoccafisso è molto amato nella penisola italiana e si presta a essere utilizzato in tantissime ricette, accompagnato soprattutto dalle patate, con cui lega perfettamente!

Ingredienti per 2 persone

  • Stoccafisso secco: 400 g
  • Patate: 400 g
  • Polpa di pomodoro: 200 g
  • Aglio: 1 spicchio
  • Olio extravergine d’oliva: 20 ml
  • Prezzemolo: 1 mazzetto
  • Acqua: q.b.
  • Sale: q.b.
  • Preparazione: 1 ora
  • Cottura: 1 ora
  • Totale: 2 ore
  • Calorie: 654 kcal/porzione

Preparazione

1

Mettete in ammollo lo stoccafisso in acqua fredda, all’interno di un contenitore capiente. Ricopritelo interamente con l’acqua.

2

Conservate lo stoccafisso in frigorifero e cambiate l’acqua ogni 12 ore per 10 giorni.

3

Passati i 10 giorni di ammollo, togliete lo stoccafisso dall’acqua e posizionatelo su un tagliere. Dividetelo a metà con un coltello affilato e rimuovete la spina.

4

Lavatelo accuratamente sotto l’acqua corrente e lasciatelo sgocciolare.

5

Eliminate la pelle e togliete eventuali altre spine con una pinzetta da cucina. Poi tagliatelo in quadrati di 4x4 cm.

6

Pelate le patate e lavatele sotto l’acqua corrente.

7

Tagliate le patate in cubetti da 2x2 cm circa.

8

Ponete sul fuoco un tegame ampio con olio d’oliva. Sbucciate l’aglio e tagliatelo a fette, eliminate i gambi del prezzemolo, aggiungeteli nel tegame e fateli soffriggere.

9

Unite la polpa di pomodoro e rimuovete i gambi del prezzemolo. Aggiungete le patate.

10

Salate e mescolate delicatamente.

11

Aggiungete lo stoccafisso e, se necessario, altro sale.

12

Versate l’acqua e chiudete con un coperchio, lasciando cuocere per 30 minuti. Poi smuovete la pentola leggermente per non far sfaldare stoccafisso e patate.

13

Proseguite la cottura per altri 30 minuti. Nel frattempo, tritate il prezzemolo dopo averlo lavato e asciugato. Spegnete il fuoco, guarnite con il prezzemolo e servite caldo.

Consigli e suggerimenti

Preparate delle fette di pane casareccio tostate da servire assieme al vostro stoccafisso con le patate. Tostate le fette e strofinatele con un piccolo spicchio di aglio, saranno perfette!

Se vi piace, potete aggiungere un tocco piccantino al vostro stoccafisso con le patate aggiungendo mezzo peperoncino all’inizio della cottura in tegame, avendo cura di rimuoverlo prima di servire il piatto.

Non mescolate mai con un attrezzo, ma smuovete leggermente il tegame o la padella, per evitare di sfaldare troppo gli ingredienti.

Conservazione

È preferibile consumare subito lo stoccafisso con le patate. Eventualmente può essere conservato in frigorifero, coperto da pellicola trasparente, per 1 giorno al massimo. Si sconsiglia di congelarlo.