Salvia fritta con la ricetta sfiziosa

Preparare la salvia fritta è davvero molto semplice. Pochi ingredienti per un antipasto sfizioso e croccante, ideale per l'estate
salvia fritta
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp

Nel periodo estivo è davvero un divertimento spaziare tra le piante aromatiche del proprio orticello. Io adoro coltivare tutte le piante aromatiche possibili, anche se non ho un orto vero e proprio, ma un semplice balcone. Oggi mi dedico alla salvia. Pianta aromatica dalle foglie particolari, grandi e vellutate, e dal sapore inconfondibile. Mi piace aggiungerla per arricchire le pietanze, ma in questa ricetta è lei, l’unica protagonista. Per preparare la salvia fritta, avremo bisogno di poche cose e poco tempo: foglie grandi, una pastella base e pronti per friggere! Ed ecco che possiamo proporla come antipasto fresco, o come elemento croccante per i nostri aperitivi sfiziosi. Un ottimo e delizioso modo di conservare le foglie di salvia è quello di utilizzarle per la preparazione di un fantastico pesto.

Ingredienti per 2 persone

  • Salvia: 10 foglie
  • Farina 00: 20 g
  • Acqua frizzante fredda: 40 ml
  • Sale: q.b.
  • Pepe: q.b.
  • Olio di semi per friggere: q.b.
  • Preparazione: 15 minuti
  • Cottura: 5 minuti
  • Totale: 20 minuti
  • Calorie: 102 kcal/100 g

Preparazione

1

Raccogliamo le foglie di salvia, preferendo quelle più grosse. È possibile friggere anche le foglioline più piccole, senza separarle dalle altre.

2

Mettiamo a scaldare dell’olio di semi in una padella antiaderente.

3

Nel frattempo laviamo con delicatezza le foglie, e tamponiamo con un foglio di carta assorbente.

4

Passiamo le foglie in un po’ di farina, per favorire l’adesione della pastella, che altrimenti scivolerebbe.

5

Prepariamo la pastella. In una ciotola versiamo 20 gr di farina 00 e 40 ml di acqua frizzante fredda. Mescoliamo bene fino ad aver amalgamato bene i due ingredienti, aggiungendo sale e pepe.

6

Passiamo la salvia nella pastella e mettiamo a friggere. Lasciamo cuocere da entrambi i lati fino a doratura, e scoliamo su carta assorbente.

Curiosità:

Ogni ricetta da’ la possibilità di crearne varianti o di inventarne di nuove, a me capita quando mi manca un ingrediente o devo accontentarmi di quello che c’è in frigo.

Io ho usato una pastella leggera, ma possiamo arricchire il piatto effettuando variazioni proprio su questa: aggiungendo per esempio metà acqua e metà birra bionda oppure aggiungendo un uovo e parmigiano all’impasto.