fbpx

Pasta sfoglia, ricetta facile per prepararla in casa

La Pasta sfoglia è la base dal sapore neutrale di numerose ricette sfiziose, che vanno dal salato al dolce, per stuzzicare i nostri palati
Pasta sfoglia ricetta facile
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp

Dolci e salate, le ricette che si possono realizzare con la Pasta sfoglia sono tantissime. Si tratta di una preparazione base fondamentale in cucina, dal sapore neutro, con cui cucinare torte salate di vario genere, cornetti dolci e salati, pizzette, fagottini farciti o l’intramontabile Millefoglie. In commercio oggi si trova facilmente il rotolo di sfoglia già pronto, ma per tutti coloro che preferiscono alimenti genuini e fatti in casa, è possibile preparare la Pasta sfoglia con le proprie mani: . Bastano pochi ingredienti, un po’ di pazienza e di manualità per una riuscita ottimale. Ecco come preparare la Pasta sfoglia con la nostra ricetta.

Ingredienti per un panetto da 850 g di pasta sfoglia

  • Farina 00: 350 gr
  • Burro: 400 g (100 g per impasto + 300 g per sfogliare)
  • Sale fino: 10 g
  • Acqua: 160 g
  • Preparazione: 5 ore, 30 minuti
  • Totale: 5 ore, 30 minuti

Preparazione

1

Iniziare versando la farina su una spianatoia e formando una montagnetta con una conca centrale. Versarvi l'acqua, il sale e il burro ammorbidito a pezzetti (meglio lasciarlo fuori dal frigorifero almeno mezz'oretta prima di utilizzarlo).

2

Lavorare velocemente l'impasto, fino ad ottenere un composto liscio e omogeneo.

3

Una volta che il composto è ben omogeneo, formare un panetto di pasta e avvolgerlo nella pellicola alimentare. Riporlo in frigorifero e lasciarlo riposare per almeno 2 ore.

4

Mezz'oretta prima che finiscano le 2 ore di riposo del panetto di pasta, preparare il burro per la sfogliatura: Mettere il burro ammorbidito tra due fogli di carta forno e pressarlo con l'aiuto di un mattarello.

5

Appiattirlo fino a raggiungere uno spessore di circa mezzo centimetro e una grandezza di circa 25x40 cm.

6

Una volta realizzato il rettangolo di burro, aiutarsi con le dita per regolarne i bordi in modo tale che risultino dritti e lineari. Completata l'operazione, riporre anche la sfoglia di burro in frigorifero e lasciarla riposare per circa 15 minuti.

7

Riprendere il panetto di pasta messo a riposo e stenderlo con un mattarello ottenendo un rettangolo con una grandezza di 30x60 cm.

8

Prelevare anche il panetto di burro dal frigorifero e posizionarlo su una estremità del rettangolo di pasta, come in fotografia. Piegare sul burro la parte di pasta rimasta libera e poi piegare anche il lato di pasta con il burro su quest'ultima. Coprire il panetto con pellicola e lasciare riposare ancora in frigorifero per 20 minuti.

9

Una volta trascorso il tempo di riposo, riporre nuovamente il panetto sulla spianatoia leggermente infarinata e stenderlo velocemente con il mattarello fino a ottenere un rettangolo di circa 25x50 cm.

10

Ripetere la piegatura: ripiegare un lato corto della pasta su se stessa, lasciandone libera 1/3. Ripiegare infine anche il lembo di pasta libero sul panetto. Avvolgerlo in pellicola alimentare e lasciare riposare in frigorifero almeno 1 ora.

11

Ripetere la stessa operazione dei punti 9 e 10 per altre due volte, facendo trascorrere un'ora di riposo in frigorifero tra una piegatura e l'altra.
Dopo l'ultimo giro di pieghe, lasciare riposare la pasta sfoglia per almeno un'ora prima di utilizzarla nelle vostre ricette.

Accessori

  • Mattarello
  • Carta forno
  • Pellicola trasparente
  • Planetaria (in alternativa all’impasto manuale)

Consigli e suggerimenti

  • Per un risultato perfetto, il burro che utilizzate deve essere di qualità e anche la sua temperatura deve seguire una determinata regola: deve risultare morbido, ma ancora malleabile e unito. Dovrete riuscire a lavorarlo con le mani ma non deve sciogliersi del tutto. Per questo è importante la velocità manuale con cui si maneggiano gli ingredienti di questa ricetta; è essenziale anche lasciare il burro fuori dal frigorifero almeno mezz’ora prima di utilizzarlo.
  • Per lavorare al meglio il panetto di pasta, la superficie su cui andrete a stenderla dovrà essere ben fredda e non deve scaldarsi troppo. per questo si consiglia una base di marmo o di metallo. Anche l’ambiente dovrebbe essere fresco e asciutto.
  • La realizzazione delle pieghe è fondamentale per la riuscita della Pasta sfoglia. Rispettate l’ordine di piegatura indicato e anche i tempi di riposo. Le pieghe permettono infatti alla pasta di inglobare aria tra i vari strati, ottenendo così quella che viene chiamata la ‘lievitazione fisica’ dell’impasto. Se la sfoglia non riposa abbastanza, infatti, rischia di ritirarsi durante la cottura. Non serve praticare più pieghe di quelle suggerite nella nostra ricetta.
  • Se preferite è possibile sostituire il burro con la margarina, anche se più grassa.
  • Per fare in modo che il sale si amalgami omogeneamente nell’impasto, è possibile scioglierlo in poca acqua prima di aggiungerlo agli altri ingredienti.

Conservazione

Il panetto di Pasta sfoglia va conservato in frigorifero, avvolto in pellicola trasparente e chiuso in un contenitore ermetico. Utilizzarlo entro 4/5 giorni al massimo. In alternativa, è possibile congelare la sfoglia per utilizzarla quando se ne ha bisogno, entro 1 mese. In tal caso lasciarla scongelare in frigorifero prima di utilizzarla nelle ricette.

Se, invece, la Pasta sfoglia è già stata cotta, solitamente va consumata entro 2 giorni (anche se probabilmente diventerà più morbida e meno friabile) e va conservata in un contenitore ermetico.