Bagna per pan di spagna, la base per torte perfette

La bagna per pan di spagna è una delle preparazioni base e fondamentali della pasticceria poiché ci permette di ottenere torte umide al punto giusto e anche di conferire un aroma alcolico o meno ai nostri dolci. E’ essenziale preparare una buona bagna, per non alterare eccessivamente il sapore complessivo del dolce e usare moderatamente […]

  • Tempo di preparazione
  • Tempo di cottura:
  • Porzioni: 2 persone
  • Calorie: 30 kcal/porzione
  • Ingredienti

  • Acqua: 350 ml
  • Succo alla papaya: 220 ml
  • Succo di limone: 20 ml
  • Zucchero semolato: 15 g

La bagna per pan di spagna è una delle preparazioni base e fondamentali della pasticceria poiché ci permette di ottenere torte umide al punto giusto e anche di conferire un aroma alcolico o meno ai nostri dolci.

E’ essenziale preparare una buona bagna, per non alterare eccessivamente il sapore complessivo del dolce e usare moderatamente gli alcolici preferendo rum, maraschino, limoncello, strega, alchermes. Chiaramente per i bambini è preferibile usare bagne analcoliche preparate con succhi di agrumi freschi o succhi di frutta già pronti, è possibile anche usare sciroppi diluiti con l’acqua o anche semplicemente miscela di acqua e zucchero.

Per una buona riuscita di qualsiasi dolce è bene assaggiare la bagna prima di versarla sul dolce. E’ possibile usare la bagna sia calda che fredda, si consiglia l’uso a caldo soprattutto per il babà napoletano.

Come preparare la bagna per pan di spagna

1Versare in un pentolino l’acqua,

bagna per pan di spagna

2aggiungere lo zucchero e mescolando con una frusta a mano, farlo sciogliere a fiamma bassa.

bagna per pan di spagna

3Successivamente aggiungere il succo di limone, il succo alla papaya e mescolare sempre con la frusta.

bagna per pan di spagna

4Versare in una ciotolina e usare a piacimento.

Curiosità:

E’ possibile creare bagne sempre diverse cambiando gli aromi e ad esempio, i succhi di frutta. E’ possibile utilizzare succhi esotici come al mango, al passion fruit, alla papaya come nel nostro caso, al litchi, acqua o latte di cocco. Oppure optare per sapori mediterranei come arance o limoni.

E’ possibile anche creare bagne particolari dal sapore intenso come al tè verde, tè nero, alla lavanda, ma anche dal sapore speziato come cannella o zenzero. Non c’è un limite su cui fermarsi nel bagnare una torta, non deve essere né esagerata né eccessivamente poca, morbida e ben bagnata.

Dopo aver bagnato una torta, averla glassata e decorata è bene non consumarla subito, ma lasciarla riposare una notte sotto una campana di vetro per torte in modo da farla inumidire al meglio e farle acquisire tutto l’aroma della bagna stessa. Attenzione alle bagne alcoliche, il sapore e l’intensità del liquore varia a seconda del gusto personale, ma non deve essere eccessivo per non coprire il sapore della crema e rovinare il sapore del dolce nel suo insieme.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.