fbpx

Rob Roy, dalla Scozia il cocktail con lo Scotch Whisky

Ecco la ricetta del cocktail dal colore rossiccio legato alla Scozia: il Rob Roy
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp

Il Rob Roy ha sicuramente un sapore robusto e un retrogusto leggermente aspro, ma unico nel suo genere. Si dice sia il fratello minore del Manhattan, ma non ha nulla da invidiargli. Anche se la base è molto simile, il Rob Roy è preparato con il buon Scotch Whisky scozzese, a differenza del Manhattan che contiene il Rye Whisky americano. Ma bando alle somiglianze, questo cocktail racconta una storia molto curiosa sulle sue origini. È nato a New York, ma le sue radici si trovano tutte il Scozia. Ispirato al celebre eroe scozzese Robert MacGregor, chiamato appunto Rob Roy, è oggi tra i cocktail più famosi al mondo. Vediamo come preparare un ottimo Rob Roy, ideale per il vostro aperitivo. 

Ingredienti per 1 persona

  • Scotch Whisky: 45 ml
  • Vermouth rosso: 25 ml
  • Angostura: una goccia
  • Ghiaccio
  • Per decorare: una ciliegina al Maraschino
  • Preparazione: 5 minuti
  • Cottura:
  • Totale: 5 minuti
  • Calorie: 145 Kcal/cocktail

Preparazione

1

Prima di iniziare la preparazione, inserire nella Coppetta due cubetti di ghiaccio, roteandoli, per raffreddarla. Un metodo ancor più efficace è quello di inserire direttamente il bicchiere in freezer per pochi minuti. Risulterà ben ghiacciato.

2

All'interno del mixing glass, inserire tutti gli ingredienti: Scotch whisky, Vermouth dolce, Angostura e qualche cubetto di ghiaccio e mescolare delicatamente con un cucchiaino dal manico allungato in modo da amalgamare il tutto.

3

Con l'aiuto di uno strainer, o in alternativa un colino, versare nella coppetta precedentemente raffreddata.

4

Decorare con una ciliegia al Maraschino, o una fettina di limone a piacere, e servire

Accessori

  • Una Coppetta, chiamata anche Coppa Martini
  • Un ‘mixing glass’, ossia un bicchiere alto e capiente in cui comporre il cocktail prima di versarlo nel bicchiere finale
  • Un cucchiaino dal manico allungato
  • Uno strainer o, se non lo avete, un semplice colino

Consigli e suggerimenti

  • Sembra scontato, ma meglio specificarlo: per un ottimo cocktail servono ottimi ingredienti. Preferite distillati di qualità e attenzione a scegliere esattamente un Whisky scozzese, caratterizzato da un sapore più legnoso
  • Non shakerare assolutamente il composto mentre lo preparate. Andrete a rovinare e disperdere i sapori del Whisky
  • La Coppetta deve essere ben fredda per riuscire a sorseggiare il drink senza che si scaldi troppo e risulti difficilmente bevibile. Se ne avete la possibilità, vi consigliamo di inserire il bicchiere direttamente nel freezer. In pochi minuti il vetro raggiungerà una temperatura molto bassa che gli permetterà di restare freddo più a lungo
  • Se non avete la Coppetta, o Coppa Martini, potete servirlo anche in un bicchiere tumbler basso. Attenzione, non avendo il gambo fine da cui prenderlo in mano, il cocktail rischierà di scaldarsi più velocemente
  • Se volete cimentarvi in due varianti del classico Rob Roy, potete provare il Dry Rob Roy, con vermouth dry, oppure il Perfect Rob Roy, composto da parti uguali di vermouth rosso e vermouth dry

Storia

La storia del Rob Roy ha inizio a fine ‘800, quando un barman di New York al Waldorf Astoria Hotel ha voluto ricreare un cocktail in occasione della prima dell’operetta ‘Rob Roy’, inscenata a Broadway nel 1890. Questo spettacolo, del compositore Reginald De Koven e del paroliere Harry B. Smith, era ispirato all’eroe rivoluzionario scozzese Robert MacGregor, conosciuto comunemente come Rob Roy e divenuto famoso grazie all’omonimo romanzo dello scrittore Walter Scott.

E da qui il nome del cocktail dal colore rossiccio che si collega alla chioma rossa del protagonista, considerato una sorta di Robin Hood scozzese molto acclamato. La presenza dello Scotch Whisky è un chiaro riferimento alle origini scozzesi della figura a cui si è ispirato. Considerato tutt’oggi il fratellino del famoso Manhattan perché molto simile e nato qualche anno dopo, il Rob Roy è uno dei cocktail più famosi al mondo.

Conclusione

Se volete prepararvi un aperitivo dal gusto deciso e vi piace sorseggiare un cocktail a base di Whisky, allora provare un Rob Roy è d’obbligo. Dal colore rossiccio e i sapori della Scozia, è facile e veloce da preparare. E se volete altre ricette sui cocktail a base di Whisky, vi consigliamo di dare un’occhiata anche all’Old Fashioned, al Sazerac, al Mint Julep e al Godfather. Tutti da provare.