Skip to main content

Il risotto agli asparagi è un primo piatto molto versatile e genuino, adatto per essere servito durante cene informali e formali, dalla consistenza cremosa e avvolgente. La preparazione è molto semplice, con alcuni accorgimenti sulla pulizia degli asparagi, una delle verdure primaverili più aromatiche e ricche di vitamine e sali minerali, ideali per apportare molti benefici all’organismo. Il trucco per rendere il risotto agli asparagi davvero cremosissimo e vellutato è frullare una parte degli asparagi, oltre a mantecare alla fine con del parmigiano e del burro freddo di frigo. Nel caso della nostra ricetta si prevede anche una preparazione iniziale di un leggero brodo, in alternativa al brodo vegetale. E se gli asparagi sono la vostra passione e cercate un modo gustoso di consumarli anche con la pasta, provate la nostra pasta al forno con asparagi e taleggio!

Ingredienti per 4 persone

  • Asparagi: 500 g
  • Riso per risotti: 300 g
  • Cipolla: 1
  • Olio extravergine d'oliva: 3 cucchiai
  • Burro: 40 g
  • Vino bianco: 30 ml
  • Sale: q.b.
  • Parmigiano: 50 g
  • Burro freddo per mantecare: 30 g
  • Sedano: 1 costa
  • Acqua: 2 litri
  • Preparazione: 1 ora
  • Cottura: 40 minuti
  • Totale: 1 ora, 40 minuti
  • Calorie: 365 kcal/persona

PROCEDIMENTO

1

Per preparare il risotto agli asparagi partite con la preparazione di un leggero brodo vegetale. Versate l’acqua in una pentola capiente, pelate mezza cipolla, lavate il sedano e inserite tutte le verdure nella pentola con l’acqua. Portatela sul fuoco e fate sobbollire il tutto per 30 minuti.

2

Mondate gli asparagi tagliando la parte la parte finale più dura e coriacea di colore chiaro.

3

Tagliate metà dei gambi degli asparagi in pezzi e lavateli sotto l’acqua corrente.

4

Aggiungete i pezzi di gambo al brodo e unite un po’ di sale. Nel frattempo preparate una seconda pentola piena d’acqua e portatela sul fuoco.

5

Tagliate il resto degli asparagi a rondelle, tenendo tutte le punte da parte, dopo averle sciacquate con acqua corrente fredda.

6

Versate le rondelle di asparagi nell’acqua in ebollizione e fatele scottare per 5 minuti. Nel frattempo, sbucciate l’altra metà della cipolla.

7

Tritatela finemente con un coltello o una mezzaluna.

8

Versate la cipolla in una padella assieme all’olio e al burro. Fate soffriggere a fiamma bassa fino a che non si sarà leggermente appassita, poi aggiungete le rondelle di asparagi scottate.

9

Unite un mestolo di acqua di cottura degli asparagi, aggiustate di sale e cuocete per altri 5 minuti.

10

Nella stessa acqua bollente aggiungete anche le punte degli asparagi e lasciatele cuocere per 5 minuti, poi scolatele con una schiumarola e mettetele temporaneamente da parte in un piatto.

11

Trasferite le rondelle di asparagi saltate nel boccale del frullatore, poi aggiungete due mestoli di acqua di cottura e frullate il tutto per ottenere una crema.

12

Nella padella dove avete cotto le rondelle versate il riso per risotti e lasciatelo tostare per 5 minuti, poi aggiungete circa 3 mestoli di brodo e lasciate cuocere a fiamma bassa per 5 minuti.

13

Unite al riso con il brodo anche le punte degli asparagi e la crema ottenuta con i gambi.

14

Aggiustate di sale e proseguite la cottura mescolando spesso, calcolando il tempo segnalato sulla confezione del riso. Se il risotto dovesse seccarsi troppo, aggiungete qualche altro mestolo di brodo.

15

A cottura ultimata togliete dal fuoco, aggiungete il burro freddo e il parmigiano grattugiato. Mantecate e servite subito, guarnendo con due punte di asparagi.

Consigli e suggerimenti

Potete usare la varietà di riso per risotti che preferite, come il Vialone nano o il Carnaroli, ma anche il Roma, l’Arborio, il Baldo e il S. Andrea.

Potete personalizzare il vostro risotto agli asparagi aggiungendo diversi ingredienti, come pancetta dolce o stick di speck rosolati in padella, per dare un tocco più sapido. Anche la mantecatura può essere resa più golosa con l’utilizzo di un formaggio saporito a pasta semi dura, come la Fontina.

Se non riuscite a trovare asparagi freschi potete usare anche degli asparagi surgelati, anche se il risultato finale sarà meno saporito.

Il gambo degli asparagi può risultare molto duro. Per capire fino a dove tagliarlo potete provare a spezzare l’asparago che si dividerà naturalmente nel punto morbido appena prima della parte coriacea. Potete anche tagliarne di meno e pelare con un pelapatate l’asparago, in modo da rimuovere la parte più dura e ammorbidirlo.

Conservazione del risotto agli asparagi

Il risotto agli asparagi può essere conservato in frigorifero, in un contenitore a chiusura ermetica, per 2-3 giorni. Vi sconsigliamo di congelarlo.

Lascia una risposta