Purè di patate, come ottenerlo in 5 mosse

Una delle ricette base della cucina, il purè di patate piace proprio a tutti. Ecco i trucchi per prepararlo al meglio e quanto devono bollire le patate.
pure di patate
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp

Ancora c’è chi si chiede come ottenere un buon purè di patate, magari come quello che gli faceva la mamma e la nonna. Lasciate che vi dica che la soluzione non sono i fiocchi di patate a cui basta aggiungere il latte. Per ottenere un buon purè si parte dalle patate, con la loro buccia. Niente scorciatoie, anche se so che tante volte sono l’unica soluzione per salvare la cena. Il purè di patate è ottimo tutte le volte che avete qualche secondo piatto con il sugo, come le polpette, oppure arrosti e spezzatini che per loro natura stanno benissimo con le patate in qualsiasi forma. Abbiamo già visto come preparare le patate lesse e oggi facciamo un passo in più trasformandole in un cremoso purè che vi farà abbandonare definitamente i preparati industriali.

Ingredienti per 4 persone

  • Patate medie: 4
  • Latte: 1 bicchiere
  • Noce di Burro: 1
  • Sale: q.b.
  • Noce moscata: q.b.
  • Preparazione: 20 minuti
  • Cottura: 60 minuti
  • Totale: 80 minuti
  • Calorie: 88 Kcal/100 g

Preparazione

1

Come prima cosa mettete a lessare le patate, dopo averle lavate, con tutta la buccia. Devono essere intere e coperte abbondantemente d’acqua.
La domanda di molti è quanto devono bollire le patate? Dipende da quanto sono grandi. Le patate di medie dimensioni (circa come un pugno), intere cuociono in 40 minuti. Dovranno solo sobbollire leggermente. Una volta cotte, scolatele e lasciatele intiepidire.

2

Tagliatele a metà ma tenete presente che non è necessario sbucciarle perché con lo schiaccia patate la buccia rimarrà dentro e questo velocizzerà moltissimo la preparazione.

3

Mettete mezza patata nell’attrezzo e schiacciate. Ricordate che le patate vanno schiacciate da calde o non ci riuscirete.

4

Schiacciate tutte le patate in una pentola. Volendo potete passarle una seconda volta. Io mi limito ad utilizzare i fori più piccoli disponibili.

5

Aggiungete poi il burro, la noce moscata, un generoso pizzico di sale e il latte.

6

Accendete il fuoco al minimo e mescolate bene fino ad ottenere una consistenza liscia e cremosa, tipica del pure. Potete regolarla aumentando o diminuendo la quantità di latte. Le dosi indicate sono per un pure piuttosto compatto.

7

A piacere potete insaporirlo con del prezzemolo oppure lasciarlo così.

Conservazione e Consigli

Il purè di patate va conservato in frigo per un massimo di 2 giorni coprendolo con della pellicola trasparente. Prima di servirlo sarà sufficiente scaldarlo con po’ di latte. Evitare la congelazione. Per un purè perfetto vi consigliamo di usare delle patate farinose, a pasta bianca perché contengono una quantità maggiore di amido. Sono questa tipologia di patate che vengono usate infatti per realizzare gnocchi, sformati e purè naturalmente. Non vanno utilizzate le patate novelle, in quanto darebbero un purè di patate colloso. Inoltre le patate vanno schiacciate con lo schiacciapatate e non frullate. Se volete rendere il purè più ricco e potete sostituire il latte con della panna oppure unire dei cubetti di formaggi o salumi, come prosciutto cotto o pancetta e ripassare tutto in forno a 200° per quasi un quarto d’ora con abbondante formaggio grattugiato, sì da formare una crosticina.