fbpx

Polenta fritta: croccante fuori, morbida dentro

La polenta fritta non è solo un modo per riciclare la polenta avanzata. Porterete in tavola un antipasto sfizioso che piacerà a tutti!
polenta fritta
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp

Se la polenta è da considerarsi un piatto povero, il cui unico fine era sfamare la popolazione veneta e lombarda, la polenta fritta lo è forse ancor più. E’ una vera e propria ricetta del riciclo, nata dall’esigenza di non sprecare nulla. Oggi quando ci avanza qualcosa lo teniamo in frigorifero un paio di giorni e poi finiamo con il buttarlo. Ai tempi dei miei nonni invece le ricette di tutti i giorni nascevano dalla necessità di risparmiare. E’ così che la polenta fritta entra nella mia cucina. Avanzata dalla preparazione della polenta taragna, è un modo diverso per riciclare la polenta. Solitamente la preparo alla piastra, per poi servirla con formaggi fusi, ma questa volta ho deciso di cambiare. La polenta fritta è ottima servita con salse, formaggi e affettati, sia come secondo piatto che come aperitivo. Provatela anche nella versione chips ideali da intingere nelle varie salse. Quali? Avete l’imbarazzo della scelta!

Ingredienti per 4 persone

  • Acqua: 1 l
  • Farina per polenta: 250 g
  • Olio di semi: q.b.
  • Sale grosso: 2 cucchiaini
  • Preparazione: 30 minuti
  • Cottura: 60 minuti
  • Totale: 90 minuti
  • Calorie: 270 kcal/porzione

Preparazione

1

La polenta fritta viene solitamente preparata con la polenta avanzata il giorno prima. Questo perchè deve essere soda e compatta e non disfarsi in padella. Se però non ne avete le alternative sono due: comperare quella già pronta oppure prepararne un po’ il giorno prima e lasciarla rassodare in frigorifero.

2

Per preparare la polenta procedete nel seguente modo. Mettete a bollire una pentola con l’acqua, aggiungete il sale e poi la farina a pioggia mescolando con una frusta. Lasciate cuocere per il tempo indicato sulla confezione. Nel caso della polenta tradizionale ci vorranno 45 minuti. Cuocete rimestando di tanto in tanto.

3

A cottura ultimata, trasferite la polenta in un piatto ben oliato oppure rivestito con della pellicola da cucina. Livellate e lasciate raffreddare, quindi trasferite in frigorifero.

4

Il giorno dopo prelevatela e tagliatela a fette.

5

Scaldate una padella con un filo di olio e cuocete da entrambi i lati finché sarà dorata e croccante.

6

Servite la polenta fritta con affettati, formaggi e salse a piacere.