Pasta e piselli, un primo piatto povero ma ricco

Pasta e piselli è una ricetta povera ideale per l'inverno. Ottima anche riscaldata il giorno dopo e completata con formaggio grattugiato.
pasta e piselli
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp

Uno dei motivi per cui amo l’inverno sono le zuppe e le minestre che si possono gustare per scaldare corpo e anima. Pasta e piselli è senza dubbio una di queste. L’ho definita povera ma ricca perché è composta da ingredienti semplici e poveri come i piselli, le patate e le carote, ma è ricca di sapore grazie alla cottura lenta. La tradizione vuole che la pasta sia quella avanzata da altre preparazioni, come si è soliti fare con pasta e patate. Siccome però a casa mia è difficile che avanzi qualcosa, ho utilizzato un unico formato di pasta. Pasta e piselli è ottima gustata calda, appena fatta, ma lo è ancora di più il giorno dopo quando la pasta avrà assorbito tutti i sapori del brodo. Potete arricchirla con delle croste di grana a cubetti che in cottura fileranno, oppure gustarla in purezza, con una spolverata di formaggio grattugiato. A voi la scelta, a noi la preparazione!

Ingredienti per 4 persone

  • Carote: 2
  • Patate medie: 2
  • Piselli surgelati: 200 g
  • Cipolla: 1/2
  • Olio: 1 cucchiaio
  • Doppio concentrato di pomodoro: 1 cucchiaio
  • Pasta piccola a scelta: 150 g
  • Preparazione: 20 minuti
  • Cottura: 30 minuti
  • Totale: 50 minuti
  • Calorie: 515 kcal/porzione

Preparazione

1

Come prima cosa sbucciate la cipolla e tritatela finemente. Sbucciate anche patate e carote e tagliatele a tocchetti piuttosto piccoli.

2

Trasferite cipolle, patate e carote in una pentola con un cucchiaio abbondante di olio.

3

Fate rosolare bene tutti gli ingredienti per qualche minuto quindi coprite con un litro di acqua e portate a bollore. Aggiustate di sale e aggiungete anche il concentrato di pomodoro. Servirà a dare un bel colore alla minestra.

4

Una volta raggiunto il bollore, calate i piselli. Io utilizzo quelli surgelati.

5

Una volta ripreso il bollore, lasciate cuocere a fuoco basso per una mezz’ora. Regolate di sale e infine calate la pasta cuocendola per il tempo indicato sulla confezione.

6

Prima di servire completate con abbondante prezzemolo tritato fresco.

Cosa fare con gli avanzi

Se dovesse avanzarvi, il giorno dopo è ancora più buona. Non dovrete fare altro che aggiungere ancora un poco di acqua prima di scaldarla.