Pandoro, con il metodo veloce

Insieme al panettone è il re indiscusso del Natale. Preparate il pandoro con la ricetta veloce senza sfogliatura, senza dover rinunciare al gusto.
pandoro
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp

Il pandoro è il re indiscusso del Natale. Amato da grandi e piccini conquista tutti con la sua soffice bontà. Oggi vediamo come realizzarlo a casa in modo semplice e con un metodo abbastanza veloce, ma purtroppo non per i tempi di lievitazione. E’ senza sfogliatura quindi possono realizzarlo anche i meno esperti in cucina, ma senza rinunciare minimamente al gusto. Io l’ho preparato semplice, senza aromi particolari dato che lo farcirò in secondo momento con della crema al limone, ma voi potete scegliere quello che più incontra i vostri gusti.

Ingredienti per 4 persone

  • farina manitoba: 500 g
  • acqua: 45 g
  • lievito di birra fresco: 15 g
  • zucchero semolato: 200 g
  • uova medie: 4
  • tuorli: 2
  • margarina: 190 g
  • aromi a piacere: q.b
  • farina manitoba extra per la spianatoia: q.b
  • zucchero a velo: q.b
  • Preparazione: 30 minuti
  • Cottura: 55 minuti
  • Totale: 85 minuti
  • Calorie: 410 kcal/100 g

Preparazione

1

In una ciotola mescolare la farina con lo zucchero,

2

aggiungere poi l’acqua tiepida con il lievito sciolto all’interno,

3

le uova e i tuorli.

4

Cominciare ad impastare il tutto con una planetaria e con gancio a foglia. Quando l’impasto sarà ben morbido aggiungere un pezzettino di margarina morbida (a pomata, dovrà sfaldarsi facilmente) con la macchina sempre in funzione. Aggiungere qui gli aromi a piacere.

5

Quando sarà completamente assorbita rovesciare il tutto su una spianatoia infarinata e impastare a mano aggiungendo poca farina manitoba alla volta fino a raggiungere la consistenza di un impasto elastico, morbidissimo, ma che non appiccica alle mani.

6

Sistemare tutto il panetto in uno stampo per pandoro ben imburrato e infarinato e far lievitare in un luogo tiepido (il forno a 40°C è l’ideale) per circa 10-15 ore (io in totale 24 ore, regolatevi controllando l’impasto, dovrà raddoppiare di volume).

7

Preriscaldare poi il forno a 180°C, infornare il pandoro, abbassare subito a 160°C e cuocere per circa 50-55 minuti. Se dovesse colorire troppo in superficie coprire con della carta stagnola e proseguire la cottura. Prima di estrarre il dolce infilare uno stecchino all’interno e vedere se esce o meno della pasta cruda.

8

Estrarre dal forno e far raffreddare a testa in giù su un piatto da portata (con la superficie libera a contatto col piatto). Appena freddo cospargere con dello zucchero a velo.

Consigli e suggerimenti

E’ estremamente importante usare della farina manitoba potente per realizzare il pandoro e non della semplice 00 dato che la manitoba regge bene lievitazioni anche di 24 ore. Il burro o margarina deve essere a pomata, non fuso e neanche duro o appena tirato fuori dal frigo. Si consiglia di estrarlo almeno 4 ore prima di iniziare la preparazione visto il clima freddo. Imburrate e infarinate bene lo stampo che deve essere o antiaderente o di silicone in modo da evitare disagi nell’estrarlo. Potete farcirlo dopo la cottura con creme o nutella. Potete anche personalizzarlo con gli aromi che più gradite tra cui anche spezie, scorze di agrumi o essenze.