fbpx

Brutti ma buoni, anzi buonissimi

La nostra ricetta per preparare in casa i biscotti brutti ma buoni, biscotti irregolari ma elegantissimi.
brutti ma buoni ricetta
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp

I brutti ma buoni sono dolcetti “poveri” , a base di meringa e granella di nocciole, originari della zona di Novara e diffusi in tutta Italia con varianti regionali, tutte squisite e da scoprire. Devono il loro nome all’aspetto irregolare, un po’ grezzo, brutto appunto, ma anche a un sapore unico, delicato ma intenso. Dalla consistenza leggera e friabile, si sciolgono letteralmente in bocca, proprio come una meringa, per poi sorprendere al contatto con la granella di nocciola che corona la magnifica sensazione di buono genuino che questi biscotti regalano. Per quanto riguarda il loro valore nutrizionale, hanno un apporto assolutamente equilibrato di carboidrati, proteine e grassi, un biscotto conta circa 70/75 chilocalorie. La preparazione è facilissima, veloce e dai costi contenuti. Basteranno infatti zucchero, uova e nocciole per ottenere circa 30 brutti ma buoni da gustare a casa con la famiglia, accompagnati da un tè, un bicchiere di vino passito o una cioccolata calda, oppure da impacchettare e regalare ad amici e parenti. Proprio come altri prodotti della tradizione, tipo Cantucci o il Pan di zenzero, anche i brutti ma buoni si conservano in dispensa anche per 7/8  giorni.

Ingredienti per 30 biscotti

  • Albumi: 140 g
  • Zucchero semolato: 200 g
  • Nocciole fresche, intere e pelate: 250 g
  • Vanillina: 1 bustina
  • Preparazione: 15 minuti
  • Cottura: 15 minuti
  • Totale: 1 ora, 20 minuti
  • Calorie: 70 Kcal/porzione

Preparazione

1

Accendete il forno statico a 140°

2

Pesate gli albumi e metterli in una ciotola a bordi alti.

3

Montate perfettamente gli albumi a neve fermissima per almeno 5 minuti, con uno sbattitore elettrico a velocità alta.

4

Dovrete ottenere una spuma bianca e densa , aggiungete lo zucchero e la vaniglia.

5

Continuate a montare fino ad ottenere una meringa fermissima (capovolgendo la ciotola, gli albumi montati non dovrebbero muoversi, questo indica che sono stati montati correttamente) e lucida, ci vorranno altri 2 minuti.

6

Con un frullatore tritate le nocciole grossolanamente.

7

Unite le nocciole alla meringa.

8

Mescolate delicatamente con una spatola dal basso verso l’alto per non smontare il composto.

9

Disponete su una teglia della carta da forno e prelevate 1 cucchiaio di impasto.

10

Con l'aiuto di un altro cucchiaio lasciate scivolare il mucchietto in teglia.

11

Disponete molti ciuffetti fino a terminare l'impasto, saranno circa 30.

12

Cuocete a 140° per circa 30 minuti nella parte media del forno.

13

Quando i biscotti inizieranno a prendere colore, abbassate a 110°

14

Continuate la cottura per altri 50 minuti, finché non si asciugano all’interno. La cottura dipende molto dalla grandezza dell'impasto versato. I ciuffetti preparati nella ricetta sono di circa 5 cm. Lasciate poi raffreddare fuori dal forno.

Accessori

  • forno
  • bilancia
  • ciotola a bordi alti
  • sbattitore elettrico
  • frullatore
  • spatola

Consigli e suggerimenti

I brutti ma buoni si possono gustare anche con l’aggiunta di un pizzico di cannella nell’impasto.

Se utilizzate un forno ventilato, il tempo rimane lo stesso, abbassate la temperatura iniziale a 130°, e cuocete in seguito a 100° per i 50 minuti previsti dalla ricetta.

Conservazione

Si consiglia di conservare i brutti ma buoni in una scatola di latta, in un luogo asciutto e riparato.