fbpx

Lasagne alla bolognese, la ricetta del classico piatto emiliano

Le Lasagne alla bolognese sono un piatto unico e sostanzioso: il ragù, la sfoglia e la besciamella saranno in grado di mettere d'accordo tutti con i loro sapori unici e genuini!
Lasagne alla bolognese ricetta
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp

Le Lasagne alla bolognese sono un tipico primo piatto emiliano ottime da servire in un pranzo domenicale in famiglia. Solitamente vengono preparate all’interno di una teglia capiente ma saranno ottime da presentare anche in mini porzioni come piccolo antipasto sfizioso oppure durante un aperitivo tra amici. Nella creazione di questa ricetta sono necessarie 3 preparazioni base: la pasta fresca verde agli spinaci, la besciamella ed infine il saporitissimo ragù; insieme conferiranno al piatto un gusto deciso e cremoso che varrà la pena assaggiare!

Ingredienti per 6 persone

  • PER IL RAGU'
  • Carne trita bovina: 500 g
  • Pancetta a cubetti: 100 g
  • Carote: 150 g
  • Sedano: 50 g
  • Cipolla dorata: 70 g
  • Vino rosso: 150 g
  • Passata di pomodoro: 600 g
  • Brodo vegetale: 150 g
  • Olio extra vergine di oliva: 1 cucchiaino
  • Sale fino: q.b.
  • PER LA PASTA
  • Semola di grano duro rimacinata: 350 g
  • Farina 00: 150 g
  • Spinaci freschi: 500 g
  • Uova intere: 2
  • Tuorli: 3
  • PER LA BESCIAMELLA
  • Burro: 100 g
  • Farina 00: 70 g
  • Latte intero fresco: 1 l
  • Sale fino: q.b.
  • Noce moscata: ½ cucchiaino
  • Preparazione: 2 ore
  • Cottura: 2 ore, 50 minuti
  • Totale: 4 ore, 50 minuti
  • Calorie: 127Kcal/100g

Preparazione

1

Per la preparazione del ragù iniziare a pulire le verdure privandole delle loro parti non commestibili; quindi preparare un trito molto fine con le carote, la cipolla e il sedano, precedentemente puliti, e tenerlo momentaneamente da parte.

2

Prendere una casseruola e versare al suo interno un cucchiaio di olio extra vergine di oliva; unire la pancetta a cubetti e lasciarla rosolare, a fuoco medio, per alcuni minuti. Dopodiché aggiungere anche il trito di verdure e fare insaporire gli ingredienti per circa 5/6 minuti.

3

Trascorso il tempo, versare nella casseruola la carne macinata; mescolare alzando la fiamma del fuoco. Rosolare bene.

4

Versare il vino rosso ed aspettare che evapori completamente. A questo punto aggiungere anche la passata di pomodoro e mescolare il tutto.

5

Quando anche la salsa di pomodoro avrà ripreso il bollore si potrà unire il brodo vegetale precedentemente scaldato. Continuare a cuocere il ragù per almeno 2 ore coprendo con un coperchio la casseruola e mescolando di tanto in tanto.

6

Nel frattempo preparare la pasta fresca: recuperare gli spinaci freschi e lavarli sotto acqua corrente prima di versarli in una pentola (prestare attenzione a non aggiungere ulteriore acqua avendone già molta al loro interno).

7

Lasciare cuocere per circa 10 minuti fino ad avere degli spinaci un po' appassiti; quindi lasciarli raffreddare completamente e proseguire strizzandoli bene con le mani.

8

Inserire gli spinaci all'interno di un frullatore elettrico e sminuzzarli fino ad ottenere una purea liscia.

9

Versare la farina 00 insieme alla semola su una spianatoia. Aggiungere gli spinaci tritati al centro dando la classica forma a fontana.

10

Sbattere in una ciotola le uova ed i tuorli con una forchetta; unirli a più riprese all'interno della farina e degli spinaci.

11

Iniziare ad impastare gli ingredienti portando la farina esterna verso il centro con l'aiuto di una forchetta. Continuare aggiungendo anche le uova sbattute rimanenti.

12

A questo punto procedere ad impastare utilizzando le mani: proseguire così fino ad ottenere un panetto liscio e omogeneo.

13

Creare una palla e coprirla con della pellicola trasparente da cucina. Riporla in frigorifero e lasciare riposare l'impasto per circa 30 minuti.

14

A questo punto preparare la besciamella versando all'interno di un pentolino il latte: scaldarlo senza che raggiunga il bollore.

15

Posizionare il burro all'interno di un tegame e lasciarlo sciogliere completamente. Aggiungere la farina tutta in una volta, mescolare con una frusta e lasciarla cuocere per pochi minuti fino a che quest'ultima non risulterà dorata.

16

Unire nel tegame anche il latte caldo e continuare a mescolare evitando la formazione di grumi. Aggiungere un pizzico di sale fino ed aromatizzare con la noce moscata in polvere.

17

Mescolare fino ad ottenere una besciamella liscia e cremosa.

18

Recuperare il panetto di pasta fresca e prelevarne un pezzo con l'aiuto di una spatola o di un coltello. Stendere la pasta prelevata servendosi di un mattarello: per facilitare la stesura cospargerla con un po' di semola.

19

Continuare fino ad ottenere un rettangolo sottilissimo che abbia uno spessore di circa 1 millimetro.

20

Per svolgere questa operazione ci si può servire anche di una macchina per la pasta fresca al posto del mattarello.

21

Ottenere quindi sfoglie di 15 x 20 centimetri. Riempire una pentola di acqua e mezzo cucchiaino di sale grosso: quando arriverà a bollore immergere al suo interno le sfoglie ottenute una alla volta. Lasciarle cuocere per 1 minuto.

22

Scolare le sfoglie con l'aiuto di una schiumarola e trasferirle su un canovaccio pulito tamponandole per togliere l'acqua in eccesso. Ripetere questa operazione per tutte le sfoglie, affiancandole man mano saranno cotte e facendo attenzione a non sovrapporle.

23

A questo punto prendere una teglia di circa 30 x 20 centimetri ed imburrare il fondo. Versare quindi un cucchiaio di besciamella stendendola bene.

24

Continuare con un cucchiaio di ragù.

25

Posizionare due sfoglie una di fianco all'altra.

26

Continuare con un'altro strato di besciamella ed un altro di ragù.

27

Spolverare con un cucchiaio di formaggio grattugiato e proseguire così fino a realizzare altri cinque strati. Dopo aver posizionato l'ultima sfoglia aggiungere, oltre a besciamella, formaggio e ragù, anche dei pezzetti di burro.

28

Inserire la teglia in forno statico preriscaldato a 170° e cuocere per circa 40 minuti.

Accessori

  • Coltello
  • Casseruola con coperchio
  • Cucchiaio
  • Frullatore elettrico
  • Schiumarola
  • Forchetta
  • Ciotola
  • Mattarello o macchina per pasta fresca
  • Pellicola trasparente da cucina
  • Pentolino
  • Tegame
  • Canovaccio pulito
  • Teglia di 30×20 centimetri

Consigli e suggerimenti

  • Provate ad aggiungere alla carne trita di manzo un po’ di pancetta oppure carne trita di maiale per un giusto punto di grasso.
  • Se preferite, per eliminare l’acidità del pomodoro, aggiungete un bicchiere di latte o un pizzico di zucchero a fine cottura.
  • Esistono diversi tipi di farcitura: sbizzarritevi aggiungendo i funghi o il radicchio rosso trevigiano; sostituite il ragù con un condimento di Crema di melanzane o con il saporitissimo pesto ligure.
  • Preparate le vostre Lasagne alla bolognese in anticipo e conservatele nel congelatore: al momento del loro utilizzo basterà scongelarle ed infornarle, così la cena dell’ultimo minuto sarà salva!
  • Esistono varie versioni: assaggiate ad esempio le Lasagne vegetariane composte da piselli, zucchine e carote, oppure quelle più particolari bianche senza l’utilizzo di pomodoro.

Conservazione

Le Lasagne alla bolognese si possono conservare in frigorifero, all’interno di un contenitore ermetico per massimo 2/3 giorni.

Storia

Le Lasagne alla bolognese sono un piatto senza un’origine ben precisa: le radici si collocano nell’Italia centro-meridionale.

L’invenzione della Lasagna alla bolognese risalirebbe agli inizi del ‘900 dagli osti bolognesi i quali modificarono l’impasto della ricetta aggiungendo gli spinaci direttamente all’interno della sfoglia, quindi non più utilizzati nella creazione degli strati della lasagna, rendendola così di colore verde; aggiunsero in seguito anche il ragù, la besciamella ed il formaggio grattugiato trasformando il piatto nel simbolo per eccellenza della cucina emiliana.