Skip to main content

Se avete una gran voglia di pizza ma la vostra pizzeria preferita è chiusa per ferie, non preoccupatevi! Con questa ricetta del calzone, il cui procedimento per l’impasto può essere utilizzato anche per la pizza classica, soddisferete il vostro palato in pochissimo tempo. Il calzone è un impasto lievitato da farcire con diversi ingredienti, ripiegare su se stesso e cuocere in forno o in olio bollente. Con la nostra ricetta vi proponiamo un calzone cotto al forno in pochissimo tempo, con cui potrete scatenare estro e fantasia per creare combinazioni di ingredienti per il ripieno sempre più audaci. Noi vi proponiamo l’abbinamento di salsa di pomodoro, speck e mozzarella, ma potete variare il ripieno secondo il vostro gusto farcendo il calzone con verdure grigliate e mozzarella, per una versione vegetariana. Se, invece, vi trovate senza forno, perché non provate la ricetta della pizza al microonde?. Ogni scusa è buona per mangiare un calzone o una pizza, e ancora di più per provare a prepararli a casa, con pochissimi ingredienti e con una rapida cottura di 20 minuti!

Ingredienti per 4 persone

  • Farina 00: 500 g
  • Acqua: 250 ml
  • Lievito di birra fresco: 20 g
  • Olio extravergine d’oliva: 45 ml + 2 cucchiai
  • Sale: 10 g
  • Zucchero: 1 pizzico
  • Passata di pomodoro: 300 ml + 4 cucchiai
  • Mozzarella: 350 g
  • Speck: 8 fette
  • Origano e sale: q.b.
  • Preparazione: 3 ore, 25 minuti
  • Cottura: 20 minuti
  • Totale: 3 ore, 45 minuti
  • Calorie: 602 Kcal/porzione

Preparazione

1

Versate all’interno di un bricco 250 ml di acqua, 10 g di sale, 1 pizzico di zucchero e 45 ml di olio extravergine d’oliva. Mescolate accuratamente.

2

Aggiungete il lievito di birra a pezzi e mescolate, facendolo sciogliere completamente.

3

In una ciotola capiente setacciate la farina e unite poco per volta gli ingredienti liquidi.

4

Nell’unire i liquidi iniziate a mescolare con una forchetta, fino a ottenere un primo impasto.

5

Quando l’impasto sarà più compatto, trasferitelo su una spianatoia leggermente infarinata e lavoratelo con le mani.

6

Continuate a impastare energicamente per almeno 10 minuti. Dovrete ottenere un impasto liscio, compatto e privo di grumi.

7

Modellate l’impasto dandogli una forma tonda e trasferitelo in una ciotola unta con olio. Coprite la ciotola con pellicola da cucina.

8

Riponete l’impasto nel forno spento o in un luogo la cui temperatura sia a circa 20° costanti. Deve lievitare fino a raggiungere il triplo del suo volume iniziale. Il tempo di lievitazione varia a seconda della temperatura, per cui vi consigliamo di controllare l’impasto a intervalli di circa 45 minuti.

9

Quando noterete che l’impasto avrà quasi raggiunto il triplo del volume iniziale, preparate il condimento: in una tazza o in una ciotolina versate la salsa di pomodoro, 1 pizzico di sale, l’origano, 2 cucchiai di olio e mescolate accuratamente.

10

Quando l’impasto sarà lievitato a sufficienza dividetelo in quattro parti uguali e lavorate una porzione alla volta, tenendo le altre coperte dalla pellicola.

11

Stendete la parte d’impasto su una spianatoia, ottenendo un disco di circa 25-30 cm di diametro. Potete stenderla con l’aiuto di un mattarello.

12

Versate alcuni cucchiai della salsa di pomodoro preparata precedentemente su metà del disco. Coprite con 2 fette di speck e ¼ della mozzarella tagliata a cubetti.

13

Ripiegate l’impasto in modo da formare una mezza luna. Sigillate bene i bordi premendo con la punta delle dita e piegateli leggermente per formare un cornicione. Procedete allo stesso modo con il resto dell’impasto.

14

Trasferite il calzone su una teglia rivestita da carta forno. Versate sulla superficie del calzone circa 2 cucchiai di salsa di pomodoro. Infornate poi ogni calzone in forno statico preriscaldato a 200° per 20 minuti. Sfornate e servite ben caldi!

Consigli e suggerimenti

Potete stendere l’impasto direttamente sulla carta forno. In questo modo sarà più semplice spostare il tutto sulla teglia.

Potete sostituire metà dose della farina 00 con farina integrale, mantenendo la stessa dose di liquidi. Ogni farina assorbe in modo diverso, per cui fate attenzione, lavorandolo, che l’impasto resti compatto e incordato. Se dovesse risultare troppo duro aggiungete un po’ di acqua tiepida.

Potete usare qualsiasi tipo di mozzarella, come quella di bufala o il fiordilatte. L’unico accorgimento è strizzarla bene prima di farcire il calzone, così che non rilasci troppo liquido durante la cottura.

Potete sostituire il lievito di birra fresco con 5,5 g di lievito di birra secco, facendolo sciogliere in un dito di acqua prima di aggiungerlo agli altri ingredienti.

Conservazione

È consigliabile consumare subito il calzone. Se dovesse avanzare potete conservarlo in frigorifero per 1 giorno al massimo, coperto da carta alluminio. Scaldatelo in forno prima di servirlo.

Se avete usato tutti ingredienti freschi potete congelarlo da crudo e conservarlo in freezer per circa 1 mese. Cuocetelo poi direttamente da congelato.

Storia

Il calzone è un piatto tradizionale della Campania e della Puglia, anche se le due ricette sono abbastanza diverse tra loro. In Campania si usa preparare il calzone al forno oppure la “pizza fritta” con ricotta, ciccioli di maiale, sale e pepe, mentre in Puglia il calzone viene chiamato “panzerotto” e di solito contiene pomodoro, prosciutto e mozzarella nella sua versione tradizionale.

Lascia una risposta