Primo sale fatto in casa, ecco come prepararlo

Contrariamente a quanto si possa pensare, preparare i formaggi fatti in casa è piuttosto semplice. Occorre avere un po’ di pazienza e verrete ripagati della vostra attesa. Anche il formaggio primo sale si può preparare con pochi e semplici ingredienti. Il risultato? Un formaggio cremoso, ottimo per essere gustato in purezza o spalmato su piccoli […]

  • Tempo di preparazione
  • Tempo di cottura:
  • Porzioni: 8 persone
  • Calorie: 267 kcal/100 g
  • Ingredienti

  • Latte intero pastorizzato: 4,5 l
  • Yougurt bianco intero: 100 g
  • Sale fino: 70 g
  • Caglio: 3,5 g

Contrariamente a quanto si possa pensare, preparare i formaggi fatti in casa è piuttosto semplice. Occorre avere un po’ di pazienza e verrete ripagati della vostra attesa. Anche il formaggio primo sale si può preparare con pochi e semplici ingredienti. Il risultato? Un formaggio cremoso, ottimo per essere gustato in purezza o spalmato su piccoli crostini. Se amate cimentarvi in queste preparazioni, non lasciatevi sfuggire quella della ricotta!

Tecnicamente, quando si parla di primo sale, ci si riferisce ad un pecorino non stagionato. Tra l’altro il primo sale è stato inserito tra i prodotti tipici siciliani. Può essere prodotto sia con latte di pecora che vaccino, oppure con latte misto. Il latte, come da regolamento per i formaggi freschi, va pastorizzato prima dell’utilizzo.

È possibile trovare il primo sale con la parte esterna insaporita da erba cipollina, pepe o altre spezie. Noi prepareremo la versione base, poi sta a voi arricchirla!

Primo sale fatto in casa, cosa vi occorre

Per preparare questo delizioso formaggio dovrete disporre di un termometro da cucina, di una pentola capiente e di due fuscelle.

Primo sale fatto in casa, come si fa

1Mettete in una pentola capiente il latte e portatelo a fiamma media a 42°C. Spegnete quindi il fuoco e unite lo yogurt. Mescolate quindi aggiungete il sale e fatelo sciogliere.

2Portate il latte a 38°C e unite il caglio, mescolando brevemente. Coprite la pentola con un coperchio e lasciatelo riposare 50 minuti. Trascorso questo tempo noterete che la superficie si sarà rappresa. Procuratevi un coltello dalla lama piuttosto lunga e tagliate la cagliata fino in fondo formando un reticolo di 4 cm per 4 cm sulla superficie.

3Lasciate riposare altri 15 minuti quindi, sempre con il coltello, tagliate nuovamente a metà i quadrati formandone altri di lato 2 cm. Lasciate riposare altri 20 minuti.

4A questo punto con un mestolo forato o con le fuscelle stesse prelevate la cagliata. Compattatela nelle formine di plastica pressando bene con le mani in modo da far uscire l’eccesso di siero.

5Attendete 15 minuti, quindi capovolgete la formaggella aiutandovi con il palmo della mano e rimettetela dentro girata al contrario. Questa operazione va ripetuta 4 volte a distanza di 15 minuti una dall’altra.

6Lasciate riposare il formaggio in frigorifero per almeno un paio d’ore o finché non si sarà compattato prima di consumarlo.

primo sale

Beatrice Piselli

Ciao! Mi chiamo Beatrice e scrivo prevalentemente di cucina vegetariana e vegana prestando particolare attenzione alla stagionalità degli ingredienti. Trascorro molto tempo in cucina a studiare nuovi piatti e a fotografarli, così da poter trasmettere nel migliore dei modi tutto il mio amore per ciò che cucino.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.