Strudel di mele con la ricetta originale

Profumato e delicato, con un ripieno di mele, lo strudel di mele è un dolce classico amato da grandi e piccini. Provate la nostra ricetta.
strudel di mele
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp

Delicato, gustoso ed estremamente profumato, lo Strudel di mele è uno di quei dolci classici che non stanca proprio mai. Amato da adulti e bambini, coniuga la friabilità della pasta sfoglia alla morbidezza delle mele. Questo dolce è tipico del Trentino Alto Adige, è ricco ed è un’ottima merenda per i bambini, naturale e alla frutta. La ricetta originale, come vedremo, non prevede però la pasta sfoglia, ma la pasta strudel la cui preparazione varia da zona a zona in tutta la regione. L’ingrediente principale restano le mele arricchite con uvetta e pinoli e insaporite con scorza di limone. Un dolce semplice ma apprezzato da tutti.

Ingredienti per 6 persone

  • farina 00: 150 g
  • acqua: 400 ml
  • olio extravergine di oliva: 1 cucchiaio
  • uovo: 1
  • sale: 1 pizzico
  • mele: 750 g
  • limone: 1 scorza
  • zucchero: 70 g
  • uvetta: 70 g
  • rum: 2 cucchiai
  • burro: 100 g
  • pangrattato: 80 g
  • Preparazione: 15 minuti
  • Cottura: 40 minuti
  • Totale: 55 minuti
  • Calorie: 274 kcal/100 g

Preparazione

1

Versate in una ciotola la farina a fontana, poi rompete al centro un uovo e aggiungete un pizzico di sale e l’olio.

2

Impastate e poi, poco alla volta, aggiungete l’acqua tiepida fino a quando vi ritroverete con un composto omogeneo.
Ponete il panetto, dopo averlo unto d’olio, in una ciotola, infine coprite con una pellicola o un canovaccio umido e lasciate riposare per circa 40 minuti.

3

Tagliate le mele a tocchetti dopo averle sbucciate. Unite lo zucchero, la scorza del limone, l’uvetta ammollata nel rum.

4

Stendete la pasta, spolveratela con il pangrattato nella parte centrale.

5

Adagiatevi le mele.

6

Richiudete e infornate a 200°C per 40 minuti. Servite caldo con una spolverata di zucchero a velo.

Consigli e Curiosità

Lo strudel di Mele è originario del Trentino ma le sue vere origini sono Turche. I turchi infatti preparavano un dolce di mele simile che prendeva il nome di Baklava. Poi tramandato alle nostre tradizione dagli ungheresi – che subirono la dominazione turca – trasformandolo nell’attuale Strudel. Ad ogni modo l’ingrediente principe sono le mele: quelle più usate sono le Golden ma la ricetta originale prevede l’uso delle Renette. A seconda del luogo in cui ci troviamo lo Strudel può essere preparato con pasta frolla o con pasta sfoglia e si possono usare altri tipi di frutti: albicocche, pere, ciliegie e addirittura in alcune versioni salate con verdure e crauti. Vi suggeriamo di servire lo strudel caldo o tiepido e con una spolverata di cannella.