fbpx

Risotto al vino rosso

Come preparare il risotto al vino rosso, un primo semplice e delicato, preparato con vino rosso secco.
risotto al vino rosso
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp

Il risotto al vino rosso è un primo piatto elegante e raffinato, da portare in tavola in occasione di una cena particolare, per stupire i vostri ospiti. La preparazione è molto semplice, ma il risultato stupirà tutti. La preparazione del risotto al vino rosso è molto diversa da regione a regione, in base al tipo di vino locale: famoso, per esempio, è il risotto al vino Amarone in Veneto, come quello al Barolo in Piemonte e il Primitivo in Puglia, il Cannonau in Sardegna e il Chianti in Toscana. L’importante è utilizzare un vino di ottima qualità, forte e deciso, così come del formaggio Grana Padano o Parmigiano Reggiano ben stagionato. E il vino avanzato potrà essere perfetto per accompagnare il vostro risotto!

Ingredienti per 4 persone

  • Riso carnaroli o vialone nano: 320 g
  • Cipolla bianca: 1
  • Olio extravergine d’oliva: 4 cucchiai
  • Vino rosso: 100 ml
  • Parmigiano Reggiano o Grana Padano: 50 g
  • Burro freddo: 30 g
  • Sale: q.b.
  • Acqua: 1 litro
  • Carote: 1
  • Sedano: 1 costa
  • Preparazione: 1 ora
  • Cottura: 20 minuti
  • Totale: 1 ora, 2 minuti
  • Calorie: 402 Kcal/porzione

Preparazione

1

Preparate il brodo vegetale pelando la carota e mezza cipolla, lavando il sedano e mettendo tutte le verdure in una pentola.

2

Aggiungete 1 litro di acqua e lasciate sobbollire a fiamma bassa per 30 minuti.

3

Nel frattempo, tritate la cipolla per il risotto.

4

Mettetela in un tegame con l’olio e lasciatela cuocere a fiamma bassa per 5 minuti, finché non si sarà ammorbidita.

5

Aggiungete poi il riso e lasciatelo tostare per 2 minuti. Versate il vino rosso e mescolate, lasciando evaporare l’alcool.

6

Versate nel risotto due mestoli di brodo e cuocete a fiamma bassa, mescolando di tanto in tanto.

7

Aggiungete brodo al riso quando questo risulta troppo asciutto e procedete aggiungendo due mestoli di brodo fino a cottura ultimata. Il tempo di cottura dipenderà dal tipo di riso.

8

Spegnete la fiamma e amalgamate burro e Parmigiano Reggiano grattugiato. Mantecate e servite subito.

Consigli e suggerimenti

È consigliabile consumare subito il risotto al vino rosso. Si sconsiglia la congelazione.

Per un risultato e una cottura ottimale, utilizzate riso delle varietà carnaroli o vialone nano. In alternativa potete optare per un riso Roma.

Usate un vino rosso corposo, come un Montepulciano d’Abruzzo, un Chianti o un Ripasso della Valpolicella.

Potete aggiungere, per un tocco croccante, delle noci leggermente tostate in padella. Se invece avete voglia di una punta di sapidità in più, aggiungete una salsiccia sbriciolata assieme alla cipolla e lasciate cuocere prima di tostare il riso.