fbpx

Riso alla Cantonese o riso fritto, un classico dalla Cina

Il Riso alla cantonese è un piatto tipico della cucina cinese. Chiamato anche riso fritto è un piatto inventato per riciclare gli avanzi.
riso alla cantonese
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp

Il Riso alla cantonese, riso fritto o saltato, è un piatto stereotipo della cucina cinese per gli occidentali, insieme agli involtini primavera o ai ravioli al vapore. È un piatto semplice inventato per riciclare gli avanzi, quindi è possibile trovarne numerose varianti. Insieme a prosciutto, piselli e uova strapazzate, potete trovare dei gamberetti o altre verdure, tutto condito con salsa di soia. Di solito le varianti cambiano in base alle regioni, ai prodotti della zona, ma questa che vi propongo è la versione classica. Per il Riso alla cantonese bisogna utilizzare un riso a chicco lungo, come il basmati o il jasmine, due qualità di riso molto profumate. Nei ristoranti cinesi può essere servito insieme ad altre portate, in sostituzione del pane, che in Oriente non viene utilizzato.

Ingredienti per 2 persone

  • Riso basmati: 250 g
  • Cipollotto: 1
  • Prosciutto cotto a cubetti: 125 g
  • Uova: 3
  • Piselli: 250 g
  • Salsa di soia: 1 cucchiaio
  • Acidulato di riso: 1 cucchiaio
  • Olio di arachidi: q.b.
  • Sale: q.b.
  • Pepe: q.b.
  • Preparazione: 20 minuti
  • Cottura: 20 minuti
  • Totale: 40 minuti
  • Calorie: 223 kcal/100 g

Preparazione

1

La prima operazione da fare è cuocere il riso in acqua salata, per 10 minuti circa, dopo averlo sciaquato sotto l’acqua corrente. Attenzione a non farlo cuocere troppo, perchè continueremo la cottura nei passaggi successivi. Mettete il riso a raffreddare in frigo. Nel frattempo, cuocete anche i piselli o a vapore o in acqua bollente, per circa 10 minuti.

2

Dopo che il riso si è raffreddato, possiamo passare alla preparazione del riso alla cantonese.

3

In una ciotola sbattete le uova con un pizzico di sale e pepe. Potete aggiungere alle uova delle spezie o delle erbe aromatiche, a vostro piacimento.

4

In una padella con un filo d’olio, cuocete e strapazzate le uova.

5

Tagliate il cipollotto a fettine sottili.

6

In una padella alta e larga, mettete un filo d’olio di semi, la metà del cipollotto e fate appassire.

7

Aggiungete al cipollotto prima i piselli, fateli cuocere bene, e poi aggiungete il prosciutto cotto a cubetti.

8

Togliete dalla padella i piselli e il prosciutto, metteteli da parte in un piatto. Rimettete la padella sul fuoco, un filo d’olio e il restante cipollotto.

9

Aggiungete al cipollotto il riso e fate insaporire.

10

Aggiungete al riso l’acidulato di riso, in modo che il riso assuma un aspetto brillante. Poi, aggiungete in ordine, la salsa di soia, piselli e prosciutto, le uova strapazzate.

11

Amalgamate e fate saltare, spadellate e servite ancora caldo.

Curiosità e Consigli

La padella ideale per cucinare il riso alla cantonese è il wok, dove gli ingredienti si amalgamano alla perfezione con il riso, tuttavia potete utilizzare anche una padella normale antiaderente se ne siete sprovvisti. La tipologia di riso da usare è un riso dal chicco con forma allungata per cui il Basmati, oppure il riso ribe (Originario), ma dovete stare attenti ai tempi di cottura che non devono essere troppi per non rischiare di ottenere una poltiglia. Pe saltare il riso in padella è meglio usare l’olio di semi di arachide o di girasole, come preferite.

Usate anche le uova a pasta gialla per conferire un colore più intenso al piatto. Inoltre potete sostituire o aggiungere agli ingredienti classici della nostra ricetta i gamberetti. Se volete renderlo vegetariano aggiungete il tofu o il tempeh. Importante: la salsa di soia aggiungetela quando saltate gli ingredienti in padella e mai a crudo! In Cina si usa arricchire il riso con il char siu, che è il maiale cotto alla brace, tipico della regione del Canton… da qui il termine “alla cantonese”!

Tuttavia sull’ origine del nome ci sono alcune teorie diverse: in realtà il riso cantonese, viene chiamato riso fritto o riso saltato allo Yonghzhou, infatti la ricetta non è originaria del Canton, ma dello Yonghzhou. Il piatto, al fine di renderlo noto e riconoscibile agli occidentali, lo servivano all’interno dei ristoranti cinesi aperti in tutto il mondo. In Cina solitamente il riso alla cantonese non ha l’enorme successo che riscuote tra gli occidentali perché come sapete, in Oriente non usano il pane, per cui il riso il più delle volte si usa per accompagnare carne o pesce.

Quindi, Il riso alla cantonese così come gli involtini primavera sono dei “falsi” culinari che non sono assolutamente identificativi della Cina. O meglio, in Cina si mangia molto altro e anche il riso alla cantonese, ma non è un piatto principe!