fbpx

Pocket coffee, ricetta per una mini carica di energia

Una carica di energia da portare sempre con voi: ecco la ricetta per preparare i pocket coffee fatti in casa con pochissimi ingredienti
Pocket coffee ricetta cioccolatini
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp

I cioccolatini Pocket coffee sono identici agli originali Ferrero, buoni e genuini. Un guscio di cioccolato fondente con un cuore di caffè espresso e un leggero strato di zucchero di canna, faranno impazzire tutti gli amanti del caffè e del cioccolato. Sono una pratica scorta di caffeina da portare sempre con sé per una ricarica di energia e di calorie o come dolcetto da pasticceria da servire agli ospiti dopo la cena. Se amate i cioccolatini, vi consigliamo di provare anche la ricetta degli intramontabili Mon cheri. Ecco la ricetta dei Pocket coffee fatti in casa, ma come gli originali.

Ingredienti per 4 persone

  • cioccolato fondente: 100 g
  • tazzina di caffè zuccherato: 1
  • zucchero di canna: 1
  • Preparazione: 30 minuti
  • Cottura:
  • Totale: 30 minuti
  • Calorie: 55 kcal/porzione

Preparazione

1

Per preparare i Pocket coffee come gli originali, iniziare tritando grossolanamente il cioccolato in una ciotola e facendolo sciogliere completamente a bagnomaria.

2

Prendere lo stampo per cioccolatini e versare un cucchiaino circa di cioccolato fuso nelle formine: creare innanzitutto uno strato sul fondo e poi ricoprire i bordi dello stampino creando una tasca vuota centrale. Riporre lo stampo in frigorifero fino a quando il cioccolato si sarà completamente indurito.

3

Estrarre lo stampo con il cioccolato indurito e aggiungere, al centro di ogni cioccolatino, uno strato leggero di zucchero di canna.

4

Procedere versando, sempre al centro di ogni cioccolatino, un goccio di caffè zuccherato che avrete già preparato e fatto raffreddare. Riempire ogni stampino fino ad arrivare a pochi millimetri dal bordo (lo spazio che servirà per richiudere il dolcetto con il resto del cioccolato.

5

Riporre lo stampo in freezer per il tempo necessario a far indurire completamente anche il caffè. Poi togliere dal congelatore e versare l'ultimo strato di cioccolato fuso per richiudere i cioccolatini. Attenzione: questo passaggio deve essere svolto molto velocemente, altrimenti il caffè ghiacciato rischia di sciogliersi. Riporre nuovamente in frigorifero fino a completa solidificazione. Una volta pronti, togliere i cioccolatini dagli stampini e servire.

Accessori

  • Un pentolino
  • Una spatola da cucina
  • Stampini per cioccolatini (la forma è a vostro piacere)

Consigli e suggerimenti:

  • Potete zuccherare il caffè secondo i vostri gusti personali oppure correggerlo aggiungendo i liquori che più gradite. In questa ricetta abbiamo creato uno strato di zucchero di canna per renderli più simili agli originali, ma voi potete scegliere se aggiungerlo o meno.
  • Preparare i Pocket coffee è facile, ma serve fare attenzione all’inserimento del cioccolato negli stampini. Creare correttamente la tasca di cioccolato, avendo cura di non formare crepe, buchini o uno strato eccessivamente sottile di cioccolato. In questo modo non rischierete di romperli nello sformarli dallo stampo.
  • Come per la realizzazione della maggior parte dei cioccolatini consigliamo sempre l’uso di stampini in silicone: sono più versatili, con forme diverse e non facili da maneggiare per l’estrazione dei dolcetti una volta pronti.
  • Per la realizzazione dell’ultimo strato di chiusura dei Pocket coffee serve essere veloci: ricoprire lo strato di caffè per chiuderli in maniera agile, altrimenti tenderà a sciogliersi compromettendo la riuscita del cioccolatino.
  • Per la preparazione di questi sfiziosi dolcetti serve pazienza: non siate frettolosi nell’attesa del riposo in freezer o frigo, dovranno solidificarsi bene prima di estrarli dallo stampo (ci vorranno almeno 20 minuti in frigorifero).
  • Per dei Pocket coffee da far invidia agli originali, provate a incartarli uno ad uno. Li potrete portare sempre con voi e stupire grandi e piccini con un dolcissimo pensiero.

Conservazione

Conservare i Pocket coffee chiudendoli in un contenitore ermetico, meglio se riposti in frigorifero in modo che rimangano sempre solidi e il cioccolato non rischi di sciogliersi.

Storia

Le origini dei Pocket-Coffee risalgono al 1968 ed è molto curiosa. Negli anni ’60, lungo le autostrade italiane, gli Autogrill erano una novità ancora poco diffusa. Il fondatore della Ferrero si rese conto che, non essendoci molti bar a disposizione per i camionisti in viaggio, serviva qualcosa che desse loro la ricarica di energia che solitamente conferisce una fumante tazzina di caffè. Ecco che così nacque l’idea di dare vita a piccoli cioccolatini che fossero un concentrato di energia (grazie al cioccolato) e di carica (data dal caffè), per tutti quei viaggiatori che dovevano affrontare viaggi lunghi senza poter bere un espresso.

Molto presto i Pocket coffee si sono diffusi in tutto lo Stivale anche in bar, negozi e supermercati, divenendo famosi anche per gli spot pubblicitari in tv.