Penne al baffo

Le penne al baffo sono un classico della nostra cucina: semplicissime da preparare incontrano il gusto di tutti. La delicatezza della panna e la consistenza della passata di pomodoro restituiscono quella cremina rosa che è davvero deliziosa. È quella che si suol definire una ricetta "furba" perché velocissima
penne al baffo
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp

Volete una variante alla classica pasta con panna e prosciutto? Allora dovete provare le penne al baffo! Sono facilissime da preparare, prevedono pochi ingredienti e lasceranno a bocca aperta i vostri invitati! Insomma se avete ospiti, ma poco tempo per cucinare questo piatto fa proprio al caso vostro! Io ho utilizzato il bimby, ma potete svolgere gli stessi passaggi con una normale pentola!

Ingredienti per 4 persone

  • Pennette: 350 g
  • Salsa di pomodoro: 200 g
  • Panna: 200 ml
  • Prosciutto cotto: 150 g
  • Prezzemolo: 1 mazzetto
  • Cipolla: 1/2
  • Olio evo: q.b.
  • Sale: q.b.
  • Preparazione: 15 minuti
  • Cottura: 15 minuti
  • Totale: 30 minuti
  • Calorie: 380 kcal/100 g

Preparazione

1

Tritate la cipolla: 4 sec./vel, 6, aggiungete l’olio e fate rosolare 4 min./120°/vel.1.

2

Aggiungete il prosciutto tagliato a pezzetti e il prezzemolo tritato e fate insaporire: 4 min./120°/vel. 1

3

Mettete la passata di pomodoro,

4

Aggiungete anche la panna e il sale

5

Fate cuocere: 10 min./100°/vel 1 fino ad ottenere una salsa densa.

6

Cuocete la pasta in acqua salata, scolatela e amalgamate con la salsa. Buon appetito!

Senza Bimby

1

Tritate la cipolla e fatela appassire con l’olio.

2

Aggiungete il prosciutto tagliato a pezzetti e il prezzemolo tritato e fate insaporire per qualche minuto.

3

Aggiungete la passata di pomodoro, la panna e il sale. Fate cuocere fino ad ottenere una salsa densa.

4

Cuocete la pasta in acqua salata, scolatela e fatela saltare in padella con la salsa!

Curiosità

Ma perché si chiamano penne al baffo? La spiegazione è tra le più semplice e immediata: si dice che abbia assunto questo nome perché è davvero impossibile non leccarsi i baffi.