fbpx

Panelle, lo street food siciliano

Come preparare le Panelle siciliane direttamente in casa vostra, stupirete sicuramente i vostri ospiti.
panelle
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp

Le panelle rientrano nello street food più famoso e più amato della cucina siciliana. Si tratta di un tradizionale piatto povero e in fondo non sono altro che delle frittelle di farina di ceci. Vi diamo la possibilità di fare le panelle in casa se non le avete mai assaggiate, o di stupire i vostri amici con un aperitivo insolito. Cosi come le arancine, le panelle sono una caratteristica della città di Palermo: difatti in altre parti della Sicilia, non si trovano facilmente, nè nei chioschi nè nelle rosticcerie, dove è più facile trovare invece le arancine. Pane e panelle, sono quindi un tipico esempio di street food di Palermo.

Ingredienti per 4 persone

  • Farina di ceci: 250 g
  • Acqua: 750 ml
  • Prezzemolo: q.b.
  • Limone: q.b.
  • Sale: q.b.
  • Olio di semi per friggere: q.b.
  • Preparazione: 30 minuti
  • Cottura: 30 minuti
  • Totale: 60 minuti
  • Calorie: 315 kcal/100 g

Preparazione

1

Facciamo sciogliere in un pentolino a freddo la farina di ceci con l’acqua, facendo attenzione a non far formare grumi.

2

Iniziate a mescolare con una frusta, in modo che non si creino grumi. Mescolate dal centro verso l'esterno.

3

Aggiungiamo in seguito un pizzico di sale e pepe.

4

facciamo cuocere per 20/30 minuti, sempre a fuoco basso e mescolando, quando l’impasto ha raggiunto una consistenza quasi solida, aggiungere del prezzemolo tritato e mescolare bene.

5

Versare l’impasto in un contenitore, o su una superficie liscia.

6

Lasciare a raffreddare e successivamente tagliarlo a quadretti.

7

In una padella antiaderente riscaldare l’olio di semi e friggere le panelle un po’ alla volta. Appena saranno diventate abbastanza dorate, scolarle su un piatto rivestito di carta assorbente.

8

Condire con un pizzico di sale e qualche goccia di limone. Servire ancora calde. L’abbinamento ideale delle panelle è con i nostri panini per hamburger fatti in casa.

Curiosità:

“Paese che vai, usanza che trovi” dice un famoso proverbio. Nella cucina è un vero e proprio motto, riferito alle panelle. Possiamo infatti affermare che ci sia una ricetta “sorella” ovvero: la cecina toscana: gli ingredienti sono identici, ma a differenza delle panelle, la cecina va cotta in forno e questo la rende sicuramente una ricetta più leggera. Anticamente le panelle venivano fritte nell’olio dove si friggeva il pesce, così le persone più umili che non potevano permetterselo, mangiavano le panelle ricordando il gusto del pesce.

Conservazione e Consigli

Le panelle fritte si consumano calde e croccanti. Se non le avete fritte, potete conservarle in frigo ben coperte per 2/3 giorni. Potete anche congelarle negli appositi sacchetti fino a 1/2 mesi. Al momento di friggerle non è necessario scongelare. Nella preparazione dell’impasto vi consigliamo di versare l’acqua nella farina di ceci molto lentamente, così da ottenere la giusta “cremosità” e consistenza. Se quando preparate l’impasto vi avanzano dei ritagli, potete friggerle ottenendo le “rascature” tipiche della città di Palermo.