fbpx

Mandorle pralinate, croccanti e golose

Il loro profuma rievoca immediatamente giostre e bancarelle. Stiamo parlando delle mandorle pralinate, semplicissime da preparare a casa.
mandorle pralinate
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp

Le mandorle pralinate sono uno di quei dolcetti che ci riporta alla nostra infanzia, quando si andava in giro per fiere e per sagre dove tutte le bancherelle di dolciumi li avevano in bellavista e alcuni li preparavano proprio al momento. Nelel sagre locali, oltre alle mandorle pralinate c’era la tradizione di comprare il torrone o la “giurgiulena”, un dolce tipico del sud Italia fatto con i semini di sesamo e il miele. Queste mandorle sono l’ideale per riempire i cesti natalizi oppure le calze della Befana per la festa dell’Epifania. Oggi vi riveliamo come realizzarle: pochi passaggi e il gioco è fatto! Il loro profumo ci riporterà alla nostra infanzia, con le bancarelle delle feste, con caramelle, noccioline e bomboloni. Hanno un sapore delizioso e proseguendo nella lettura troverete un secondo metodo per realizzare anche delle mandorle caramellate.

Ingredienti per 2 persone

  • mandorle pelate: 100 g
  • acqua: 30 ml
  • zucchero semolato: 80 g
  • Preparazione: 5 minuti
  • Cottura: 15 minuti
  • Totale: 20 minuti
  • Calorie: 574 kcal/100 g

Preparazione

1

Sistemare le mandorle in una padella di acciaio, aggiungere l’acqua e lo zucchero.

2

Mescolare e far sciogliere a fiamma media, girando con un cucchiaio di legno sempre, senza quasi mai staccarsi dalla padella.

3

Continuare la cottura facendo attenzione a non far bruciare lo zucchero fino a che non si sarà attaccato alle mandorle e non avrà creato una patina doratina e croccante.

4

Versare tutte le mandorle su un foglio di carta forno e ancora così calde staccarle le une dalle altre in modo da non farle attaccare insieme.

5

Far raffreddare e chiudere in un vasetto o servire.

Consigli e suggerimenti

E’ preferibile (ma non esclusivo) usare una padella di acciaio e non antiaderente per questa preparazione. In questo modo lo zucchero si attaccherà poco alla padella al termine della preparazione. Si possono conservare le mandorle così preparate in un barattolo di vetro chiuso, in un luogo fresco e asciutto.

Come pulire la padella

Non appena terminerete la ricetta e avrete posizionato le mandorle sul foglio di carta forno riempite completamente la padella utilizzata con acqua calda o fredda aspettando il tempo necessario affinchè lo zucchero si stacchi completamente da solo e si sciolga nell’acqua.

Per profumare le vostre mandorle potete anche usare delle scorzette di agrumi essiccate (preferibilmente non fresche appena grattugiate).

Variante

Avete già provato a ricoprire le vostre mandorle pralinate con del cioccolato fondente fuso?

Proseguendo la cottura, dopo che lo zucchero avrà formato la patina croccante intorno alle mandorle, otterrete uno strato dorato e caramellato, quindi mandorle caramellate. Scegliete i tempi di cottura, facendo attenzione a non bruciare lo zucchero, in base ai vostri gusti e se desiderate mandorle pralinate o caramellate. Le pralinate avranno un sapore tipo le noccioline delle bancarelle, le caramellate un sapore tendente più al caramello.