Funghi trifolati con la ricetta facile e veloce

I funghi trifolati sono un ottimo contorno oppure possono essere utilizzati per condire la pasta fresca fatta in casa. Provateli con i porcini.
funghi trifolati
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp

I funghi trifolati sono un contorno semplice da preparare ma che ben si presta ad essere servito con piatti importanti di carne, come l’arrosto di tacchino. E’ una delle ricette base della nostra cucina, per questo abbiamo pensato di dedicargli un articolo così che anche coloro che non li hanno mai preparati possano cimentarvisi ottenendo ottimi risultati. Infatti, contrariamente a quanto si possa pensare, non sono preparazioni scontate. Sono sicura che molti di voi non sanno che i funghi champignon, quelli che si possono trovare tutto l’anno al supermercato perché coltivati, hanno sulla testa una pellicina che sarebbe opportuno togliere prima di cucinarli. E’ possibile preparare i funghi trifolati sia con i funghi freschi, sia con quelli surgelati. In entrambi i casi otterrete un ottimo contorno, ma non c’è bisogno che vi dica che con quelli freschi i sapori saranno più forti e decisi. Anche per quanto riguarda la varietà di funghi da impiegare potete sbizzarrirvi: buoni i prataioli, ottimi i porcini, interessanti i finferli. Non sapete decidervi? Fate un mix di tutte le varietà!

Ingredienti per 4 persone

  • Funghi freschi: 500 g
  • Burro: 1 noce
  • Olio: 1 cucchiaio
  • Aglio: 1 spicchio
  • Prezzemolo: 1 mazzetto
  • Sale: q.b.
  • Pepe: q.b.
  • Preparazione: 15 minuti
  • Cottura: 5 minuti
  • Totale: 20 minuti
  • Calorie: 134 kcal/porzione

Preparazione

1

Come prima cosa occorre pulire i funghi. Come probabilmente saprete, i funghi non vanno mai sciacquati sotto acqua corrente. Se sono molto terrosi, spazzolateli con una spugnetta umida o un panno di carta. Rimuovete poi la parte terminale del gambo e tagliateli a fette. Nel caso dei funghi champignon rimuovete a piacere la pellicina sulla testa.

2

Trasferiteli in una padella con una noce di burro e un cucchiaio di olio. Aggiungete anche uno spicchio di aglio e rosolate velocemente il tutto.

3

Coprite e lasciate cuocere senza aggiungere acqua finché saranno teneri. In ultimo salate e aggiungete il prezzemolo tritato fresco.

4

Potete anche utilizzare i funghi champignon trifolati per condire un piatto di tagliatelle fatte in casa, magari aggiungendo un po’ di panna o di salsa di pomodoro.

Consigli

I funghi trifolati sono un contorno squisito che possono accompagnare diversi piatti: dalla carne alla polenta e perché no, per condire delle bruschette di pane a cui aggiungere qualche “petalo” di Parmigiano. Sono ideali anche per accompagnare il Boeuf bourguignon, ovvero il manzo alla borgognona, uno dei grandi classici della cucina francese. La ricetta dei fughi trifolati è quella che esalto meglio di tuti il sapore dei funghi e che si può abbinare a moltissime altre pietanze. Un consiglio che vi sentiamo di dare nella cottura dei funghi è quello di usare una fiamma vivace perché contrariamente a quanto si pensi, i funghi cuciono velocemente e se li facciamo sostare più del dovuto sul fuoco rischiano di trasformarsi in una poltiglia. Se nel mix di funghi usate anche i chiodini: puliteli e date una sbollentata per 15 minuti per eliminare le tossine. Inoltre, per non avere brutte sorprese, ricordatevi di usare sempre funghi certificati e se andate a raccoglierli abbiate la cura e la pazienza di farli controllare preventivamente.