fbpx

Crepes alla Nutella e granella di pistacchi per una merenda golosa

Trucchi e consigli per preparare delle crêpes perfette, in versione dolce e salata, da farcire con Nutella o con altre creme.
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp

Tutti o quasi hanno provato, almeno una volta nella vita, a cucinare le crêpes: classica merenda dei bambini, ma anche degli adulti, preparata con pochissimi ingredienti reperibili facilmente in qualsiasi casa. Per colazione, merenda pomeridiana o spuntino di mezzanotte, le crêpes sono sempre la soluzione ideale, golosa e velocissima! In questa ricetta vi proponiamo una versione con semplice Nutella e granella di pistacchi, ma potete farcirle con tantissime altre creme e preparare anche delle versioni salate. Attenzione però, c’è un unico problema in questa ricetta: potreste non riuscire a fermarvi nel mangiarle!

Ingredienti per 10 crepes

  • Farina 00: 200 g
  • Uova medie: 3
  • Latte: 500 ml
  • Burro: 60 g
  • Zucchero a velo: q.b
  • Nutella: 1 bicchiere
  • Granella di pistacchi: q.b
  • Preparazione: 25 minuti
  • Cottura: 15 minuti
  • Totale: 40 minuti
  • Calorie: 360 Kcal/crepe

Procedimento

1

Iniziate sciogliendo il burro in un pentolino, tenendo la fiamma bassa affinché non si bruci. In una ciotola di vetro mescolate il latte e le uova finché non risultano ben amalgamati.

2

Versate il burro sciolto nel composto di latte e uova. Setacciate la farina e aggiungetene un po’ per volta nei liquidi, mescolando con la frusta, in modo da amalgamarla pian piano e non rischiare la formazione di grumi.

3

Fate riposare l’impasto in frigorifero per 30 minuti.

4

Passato il tempo di riposo, ponete sul fuoco a fiamma bassa una padella per crêpes con un pezzetto di burro e attendete che si sciolga. Nel frattempo date una mescolata vigorosa all’impasto. Una volta sciolto il burro, versate un mestolo di impasto nella padella e ruotatela in modo che l’impasto copra tutta la superficie.

5

Fate cuocere per due minuti, alzando piano piano i bordi della crêpes con una spatola. Quando si staccherà completamente, giratela e fate cuocere un altro minuto dall’altro lato. Considerate che quando la padella sarà più calda, si ridurranno anche i tempi di cottura. Le crêpes saranno pronte quando assumeranno un colore dorato con venature marroncine.

6

Trasferite man mano le crêpes su un piatto. Una volta cotte tutte le crêpes (ne usciranno circa 10 di 18 cm di diametro) spalmate la Nutella e aggiungete la granella di pistacchi.

7

Piegate le crêpes due volte, fino a formare un triangolo. Spolverate di zucchero a velo e aggiungete a piacere altra granella di pistacchi.

Consigli e suggerimenti

Le crêpes appena cotte possono essere conservate in frigorifero per 2 giorni, coperte da pellicola trasparente. In alternativa, potete anche congelarle impilando le crêpes alternandole con dei fogli di carta forno, in modo da scongelare il numero che desiderate all’occorrenza.

L’impasto delle crêpes può essere conservato in frigorifero, chiuso in un contenitore ermetico, per circa 12 ore.

Potete usare qualsiasi tipo di latte preferiate: intero, fresco, parzialmente scremato, scremato, alta digeribilità, senza lattosio. Potete usare anche il latte vegetale come mandorla, avena e nocciola, particolarmente consigliato per ottenere un sapore più particolare.

Potete aggiungere all’impasto 1 cucchiaio di rum, di marsala o di cognac, così da rendere le vostre crêpes ancora più gustose!

Potete variare a piacimento il ripieno delle crêpes. Ecco alcune gustose varianti: crema dolce di pistacchi e zucchero a velo, burro di arachidi e frutta fresca, crema pasticcera con frutti di bosco, crema spalmabile al cioccolato bianco con lamponi.

Essendo la ricetta base priva di zucchero, potete anche farcire le vostre crêpes con varianti salate: gorgonzola e noci, broccoli e robiola, pesto, mozzarella e pomodorini per delle crêpes estive.

Storia

L’origine delle crêpes è francese, ma molte ricette simili o con alcune varianti sono diffuse in molti paesi d’Europa. Si racconta che le prime crêpes furono realizzate per volere di Papa Gelasio I che, nel V secolo, accolse a Roma dei pellegrini Francesi e ordinò ai suoi cuochi di realizzare delle morbide focaccine a base di uova, latte e farina. Gli ospiti del Papa, tornati a casa, diffusero la ricetta nella loro regione. Durante i secoli anche la ricetta base ha subito numerose modifiche: nel Medioevo, per esempio, al posto del latte si utilizzava il vino bianco. In Francia ancora adesso le crêpes si preparano tradizionalmente il 2 febbraio, giorno della Candelora, insieme ad amici e parenti: mangiare crêpes insieme è simbolo di amicizia e alleanza, e conservare una crepe in un angolo nascosto della casa, secondo i Francesi, può portare fortuna e denaro.