fbpx

Calamarata, primo della tradizione napoletana

La calamarata è un primo piatto di pesce. Deve il suo nome sia per l'utilizzo di calamari e sia al formato di pasta utilizzato, calamarata.
calamarata
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp

La Calamarata è un primo piatto di pesce, tipico della cucina napoletana. La calamarata napoletana deve il suo nome all’utilizzo di un caratteristico formato di pasta avente appunto la forma di anelli di calamaro. Solitamente preparo la calamarata ai frutti di mare in estate, ma al mercato ho trovato i calamari freschi e ne ho approfittato. Veloce da preparare, la difficoltà sta nel pulire i calamari, quindi se volete accelerare i tempi fatevi pulire i calamari in pescheria. La ricetta calamarata è molto semplice, fatta con aglio, pomodorini e un po’ di prezzemolo. Per un tocco in più potete aggiungere del peperoncino o, se le avete, delle spezie per paella. Tutto accompagnato da un buon calice di vino bianco, per restare in area campana, un Greco di Tufo DOCG. Potete preparare questo bellissimo formato di pasta anche con un sugo più semplice, come quello che trovate nella nostra ricetta degli spaghetti vongole e pomodorini.<

Ingredienti per 4 persone

  • Calamarata: 400 g
  • Calamari: 600 g
  • Pomodorini: 300 g
  • Aglio: 1 spicchio
  • Passata di pomodoro: 100 ml
  • Vino bianco: 50 ml
  • Prezzemolo: 1 mazzetto
  • Olio extravergine d'oliva: q.b.
  • Sale: q.b.
  • Pepe: q.b.
  • Preparazione: 40 minuti
  • Cottura: 30 minuti
  • Totale: 70 minuti
  • Calorie: 526 kcal/porzione

Preparazione

1

Cominciate pulendo i calamari, se non li avete fatti già pulire in pescheria. Eliminate la penna interna, le interiora e la pelle e risciacquate con abbondante acqua fredda.

2

Mettete sul fuoco a riscaldare una padella, aggiungete olio e uno o due spicchi d’aglio sbucciati. Mentre si riscalda l’olio, lavate e tagliate i pomodorini a metà.

3

Aggiungete in padella i pomorini e fate rosolare, salate leggermente. Nel frattempo potete già mettere sul fuoco una pentola con l’acqua per cucinare la pasta.

4

Tagliate i calamari ad anelli non troppo stretti, circa due centimetri.

5

Sfumate i pomodorini con mezzo bicchiere di vino bianco. Aggiungete mezzo bicchiere di passata di pomodoro o un cucchiaio di concentrato.

6

Una volta che i pomodorini sono appassiti, potete aggiungerci i calamari.

7

Una volta che l’acqua ha raggiunto il bollore, buttate la pasta e in base ai tempi di cottura, scolatela un minuto prima.

8

Aggiungete del prezzemolo al sugo.

9

Con un ragno da cucina, prelevate la pasta e unitela al sugo aggiungendo a piacere una spolverata di pepe o peperoncino. Aggiungete anche un po’ d’acqua di cottura se il sugo dovesse risultare denso. Impiattate e completate con prezzemolo fresco tritato.