fbpx

Baci di Alassio, ricetta dei biscottini liguri alla nocciola e cacao

Friabili esternamente e con un morbido cuore al cioccolato, i Baci di Alassio hanno origini curiose e sono oggi un'istituzione per la loro madre patria
Baci di Alassio ricetta originale
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp

I Baci di Alassio sono dolcetti tipici della Liguria nati proprio ad Alassio, uno splendido paese affacciato sulle coste della Riviera di Ponente. Si tratta di due gusci fragranti alle nocciole e cacao che racchiudono un cuore morbido di Ganache al cioccolato. Perfetti da consumare in qualsiasi occasione e momento della giornata questi biscottini ricordano molto la forma dei famosissimi Baci di dama piemontesi. Facili da preparare, i Baci di Alassio (chiamati anche ‘Baci della Riviera’) vengono realizzati con una sac à poche con beccuccio a stella che dona loro la tipica forma a ciuffo. Vediamo come prepararli con la nostra ricetta facile.

Ingredienti per 15 Baci di alassio

  • PER I BISCOTTI:
  • Nocciole intere non pelate: 200 g
  • Zucchero semolato bianco: 150 gr
  • Albumi: 50 g (circa 2 uova)
  • Cacao amaro in polvere: 30 g
  • Amido di mais: 10 g
  • Miele millefiori: 40 g
  • PER LA GANACHE AL CIOCCOLATO:
  • Panna fresca liquida: 100 g
  • Cioccolato fondente: 150 g
  • Preparazione: 40 minuti
  • Cottura: 30 minuti
  • Totale: 1 ora, 10 minuti

Preparazione

1

Per iniziare a preparare i Baci di Alassio, versare le nocciole sulla teglia da forno e tostarle in forno statico preriscaldato a 180°C per 8 minuti.

2

Una volta tostate, versare le nocciole in un mixer e frullarle fino a ridurle in farina.

3

Aggiungere, insieme alla farina di nocciole tostate, anche lo zucchero e il cacao in polvere e frullare ancora per alcuni secondi fino a rendere gli ingredienti ancor più fini.

4

Versare il composto tritato in una ciotola, aggiungervi il miele e mescolare con un cucchiaio.

5

A parte, in una ciotola capiente, versare gli albumi e montarli con uno sbattitore elettrico alla massima velocità, fino a ottenere un composto montato a neve ferma.

6

Versare, poco per volta, il composto di polveri tritate negli albumi montati a neve ferma, mescolando delicatamente con una spatola con movimenti circolari dal basso verso l'altro in modo da non smontare il composto.

7

Una volta incorporati gli ingredienti, aggiungere anche l'amido di mais e mescolare con la spatola.

8

Ora prendere una sac à poche, o una siringa per dolci, con il beccuccio a stella.

9

Inserire nella sac à poche l'impasto dei biscottini e formare, sulla teglia rivestita di carta forno, dei ciuffetti. Con le dosi indicate in questa ricetta si dovrebbero ottenere circa 30 ciuffetti.

10

Cuocere i biscottini in forno statico preriscaldato a 180°C per 15 minuti. Una volta cotti, sfornarli e lasciarli raffreddare.

11

Preparare ora la ganache al cioccolato per farcire i due strati di biscotti dei Baci di Alassio. Partire tritando grossolanamente il cioccolato con l'aiuto di un coltello.

12

Trasferire le scaglie di cioccolato in un pentolino o ciotola adatta per la cottura a bagnomaria. Riporre la ciotola in una pentola più capiente, riempita per metà di acqua, posta sul fuoco.

13

Lasciare sciogliere a bagnomaria il cioccolato, mescolandolo continuamente con una frusta.

14

Nel frattempo, in un altro pentolino, versare la panna fresca e lasciarla scaldare sul fuoco fino a sfiorare il bollore. Ci vorranno circa 2 minuti. Appena sfiora il bollore, versare la panna direttamente nel cioccolato già fuso.

15

Mescolare bene con la frusta a mano, fino ad ottenere una crema liscia e omogenea.

16

Coprire la ganache al cioccolato con pellicola trasparente e lasciarla riposare per 30 minuti a temperatura ambiente.
Una volta raffreddata e trascorso il tempo di riposo, montare il composto al cioccolato con uno sbattitore elettrico a massima velocità.

17

Sbattere la ganache fino a ottenere una crema densa, corposa e soffice. Lasciarla riposare il frigorifero per 1 oretta per far sì che si addensi al meglio, coprendola con pellicola trasparente.

18

Una volta che la crema al cioccolato è ben fredda, trasferitela all'interno di una sac à poche, o siringa per dolci, con beccuccio a stella.

19

Prendere un biscotto e formare un ciuffetto di crema al cioccolato sul lato piatto dello stesso e richiuderlo con un altro biscottino. Pressare leggermente per fare aderire al meglio. Ripetere l'operazione per tutti i biscotti e infine servire subito i golosi Baci di Alassio.

Accessori

  • Due ciotole capienti
  • Sbattitore elettrico
  • Cucchiaio
  • Sac à poche con beccuccio a stella
  • Frusta a mano
  • Spatola
  • Pellicola trasparente
  • Pentola grande
  • Pentolino
  • Frullatore
  • Carta forno

Consigli e suggerimenti

  • La ricetta originale prevede l’uso di nocciole intere che vengono tostate e poi tritate. In alternativa, è possibile anche utilizzare direttamente la farina di cocciole nelle stesse dosi, anche se la consistenza sarà differente e più fine.
  • Se l’impasto dei biscotti dovesse risultare troppo morbido e non doveste riuscire a formare i ciuffetti, provate a riporlo in frigorifero per 15/20 minuti. In questo modo diventerà più sodo e plastico.
  • Tra le versioni che circolano dei Baci di Alassio, c’è anche quella che vede la farcitura con ganache al cioccolato bianco. Basta sostituire nelle stesse dosi il cioccolato fondente!
  • È possibile preparare i biscottini che formano i Baci di Alassio in precedenza, anche il giorno prima. In tal caso, vi consigliamo di aggiungere la ganache al cioccolato solo poco prima di consumarli. In questo modo il biscotto resterà friabile e non tenderà a diventare più molle.
  • E se non avete la sac à poche? Nessun problema: con un poco di manualità potete utilizzare due cucchiaini con cui formare delle piccole palline sferiche di impasto. Non risulterà la forma tipica dei Baci di Alassio, ma la bontà resta invariata.

Conservazione

Conservare i Baci di Alassio a temperatura ambiente e chiusi in un contenitore ermetico o una scatola di latta per biscotti e consumarli entro 2/3 giorni. Sconsigliamo invece la congelazione di questi dolcetti.

Storia

La paternità dei Baci di Alassio è del pasticcere Rinaldo Balzola, che li avrebbe ideati nel 1910 mentre era attivo nella Real Casa di Savoia e nella pasticceri Balzola, a quell’epoca molto frequentata da personaggi di spicco e famosi. Si racconta che in quegli anni Alassio stava acquisendo sempre più fama turistica non solo in Italia, ma anche all’estero. Fu così che Balzola pensò a un dolcetto che i turisti avrebbero potuto portare con sé come ricordo della vacanza passata in quel comune tanto grazioso.

I Baci di Alassio acquisirono subito molta fama e furono largamente apprezzati, tanto che negli anni ’50 diventarono a pieno titolo il simbolo di Alassio e nel 2006 hanno ottenuto anche la denominazione D.O.P. Nonostante la ricetta originale è ancora oggi segreta, ogni famiglia custodisce gelosamente la propria versione di questi squisiti dolcetti.