Pinzimonio di verdure, l’antipasto salutare per eccellenza

Il pinzimonio è uno degli antipasti più conosciuti, più salutari, colorati e anche veloci da preparare con crudité di verdure. Un ottimo modo per iniziare una cena, a cuor leggero possiamo eccedere nelle quantità senza sensi di colpa. Si tratta infatti di intingere listarelle di verdure fresche, in condimenti e salse varie, disposti in ciotoline. […]

  • Tempo di preparazione
  • Tempo di cottura:
  • Porzioni: 4 persone
  • Calorie: 79
  • Ingredienti

  • Peperone giallo: 1
  • Peperone rosso: 1
  • Carote: 2
  • Finocchio: 1
  • Ravanelli: 3
  • Sedano: 2 gambi
  • Cipollotti: 2
  • Olio extravergine d’oliva: q.b.
  • Aceto di vino rosso: q.b.
  • Aceto balsamico: q.b.
  • Sale: q.b.

Il pinzimonio è uno degli antipasti più conosciuti, più salutari, colorati e anche veloci da preparare con crudité di verdure. Un ottimo modo per iniziare una cena, a cuor leggero possiamo eccedere nelle quantità senza sensi di colpa. Si tratta infatti di intingere listarelle di verdure fresche, in condimenti e salse varie, disposti in ciotoline. Ogni commensale sceglie la verdura che preferisce, e intingendola nella ciotolina del condimento prescelto, la condisce. Oltre ad avere un allegro effetto scenografico, possiamo beneficiare così di tutte le proprietà nutrizionali delle verdure.

Quali verdure scegliere? In genere le protagoniste sono le carote, il sedano e i peperoni, e tutte quelle verdure adatte ad esser consumate crude. Possiamo personalizzare il nostro pinzimonio con le verdure che preferiamo, come per esempio carciofi, cipollotti, indivia, ravanelli e radicchio.

Per quanto riguarda le salse per pinzimonio possiamo anche qui spaziare, da una classica vinaigrette, fino a varianti con prezzemolo, peperoncino, menta, oppure usando una base di salsa yogurt a cui possiamo aggiungere aglio ed erba cipollina.

Come preparare il pinzimonio

1Puliamo le verdure. Priviamo i gambi di sedano dei filamenti che fan parte del gambo. Basta incidere la base del gambo e tirare i filamenti.

pulire sedano

2Sbucciamo le carote.

sbucciare carote

3E’ il turno dei peperoni. Togliamo il picciolo, i semi e le membrane interne.

pulire peperoni

4Per quanto riguarda i finocchi, tagliamo i gambi e la base, eliminando anche le foglie più esterne.

5Togliamo la punta e le foglie dei ravanelli. Sciacquiamo tutte le verdure con acqua fredda, e le riduciamo a listarelle, ad eccezione dei ravanelli che lasceremo a rondelle.

verdure lavate e tagliate

6Prepariamo i nostri condimenti: in una ciotolina andiamo ad emulsionare aceto di vino rosso, sale, olio ed uno spicchio d’aglio. In un’altra ciotolina prepariamo una vinaigrette di aceto balsamico, unendo a questo il sale e l’olio.

Disponiamo le verdure al centro di un piatto, oppure in bicchierini, e serviamo con le salsine.

Curiosità:

Ecco alcune idee per le salse di accompagnamento:

  • Vinagrette con aglio, rosmarino, salvia.
  • Maionese all’orientale: mescoliamo 4 cucchiai di maionese, con 1 cucchiaino di salsa di soia, 1 cucchiaino di zenzero tritato e dell’erba cipollina.
  • Salsa verde allo yogurt: uniamo  3 cucchiaini di salsa verde (quella che si prepara per il bollito), a 125 gr di yogurt greco.
  • Salsa piccante, fulliamo del formaggio tipo feta con peperoncini freschi ed olio d’oliva.
  • Salsa alla pesca, preparata facendo ammorbidire la pesca e il cipollotto in una padella con un filo d’olio, e successivamente frullandoli in un mixer, con zenzero, basilico, sale e pepe.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.