fbpx

Torta di rose, la golosa ricetta della più famosa torta mantovana

La Torta di rose delizierà il vostro palato con la sua incredibile dolcezza: fragrante all'esterno ma morbida e gustosa al suo interno. Il suo gusto avvolgente e l'aspetto sontuoso non deluderanno proprio nessuno!
Torta di rose ricetta
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp

La Torta di rose è un dolce tipico della Lombardia, più precisamente della cucina mantovana e bresciana. Si tratta di una pasta che viene fatta lievitare, molto ricca di burro e zucchero, arrotolata su se stessa e disposta in una teglia: dalla caratteristica forma che prende, di un cesto di boccioli di rose appena fiorite, ne prende il nome. Essendo un dolce scenografico è adatto come proposta a fine banchetto, durante un buffet o in ricorrenze speciali. Goloso ma dal sapore semplice, questo dolce stupirà grandi e piccini! Ecco la nostra ricetta per preparare una Torta di rose morbida e squisita.

Ingredienti per 8/10 persone

  • Farina manitoba: 250 g
  • Farina 00: 250 g
  • Latte: 200 ml
  • Zucchero semolato: 50 g
  • Burro: 60 g
  • Uovo: 1
  • Lievito di birra fresco: 8 g
  • PER LA FARCITURA
  • Burro: 150 g
  • Zucchero a velo: q.b.
  • Cottura: 30 minuti
  • Totale: 30 minuti
  • Calorie: 327Kcal/100g

Preparazione

1

Unire la farina manitoba e la farina 00 all'interno di una ciotola capiente.

2

Aggiungere lo zucchero semolato ed iniziare a mescolare gli ingredienti. Dopodiché unire anche il burro, precedentemente fatto sciogliere, e continuare a mescolare con l'aiuto di una frusta.

3

Versare nella ciotola il latte e successivamente anche l'uovo. Amalgamare il tutto con la frusta; dopo qualche minuto procedere con l'impasto a mano.

4

Trasferire l'impasto su una spianatoia e continuare ad impastare fino ad ottenere un panetto liscio e compatto. A questo punto riporlo in una ciotola, coperta con pellicola trasparente, e lasciarlo riposare per circa 2 ore.

5

Trascorso il tempo, quando il panetto sarà raddoppiato di dimensione, posizionarlo sulla spianatoia precedentemente spolverata con della farina.

6

Con l'aiuto di un mattarello stendere la pasta fino ad ottenere un rettangolo che abbia uno spessore di circa mezzo centimetro.

7

Prendere un pennello da cucina e ricoprire completamente la superficie dell'impasto con il burro fuso; quindi spolverare con lo zucchero a velo.

8

Ricavare tante strisce di pasta con un coltello ed arrotolarne ognuna su se stessa.

9

Riporre le roselline così ottenute all'interno di una teglia da 24 centimetri di diametro, precedentemente imburrata. Spennellare le rose con dell'altro burro fuso e lasciare lievitare per un'altra ora.

10

A questo punto riporre la teglia in forno ventilato e cuocere a 170° per circa 30 minuti; una volta cotta sfornarla, lasciarla raffreddare qualche minuto ed estrarla dalla teglia. Riporre la Torta di rose su un piatto da portata e completare con una spolverata di zucchero a velo.

Accessori

  • Ciotola capiente
  • Frusta
  • Pellicola trasparente da cucina
  • Pennello da cucina
  • Mattarello
  • Coltello
  • Teglia con cerniera da 24 cm di diametro

Consigli e suggerimenti

  • Per i più golosi proponiamo una variante della Torta di rose: provate a sostituire al burro e zucchero uno strato di crema al Pistacchio o al cioccolato, non ve ne pentirete!
  • Per un tocco più aromatico vi suggeriamo di prelevare i semi di vaniglia ed inserirli nel burro fuso.
  • Provate ad aggiungere al ripieno una manciata di granella di nocciole, uvetta o gocce di cioccolato.
  • Che ne dite di provare questa torta in versione salata? Arricchite la farcitura con salumi e formaggi in base ai vostri gusti come provola e prosciutto oppure scamorza e speck.

Conservazione

La Torta di rose si può conservare per 2 giorni sotto una campana di vetro o avvolta da pellicola trasparente da cucina.

Storia

Con l’arrivo di Isabella d’Este a fine ‘400, che divenne marchesa di Mantova sposando Francesco II Gonzaga, la cucina mantovana venne influenzata da quella emiliana: la marchesa chiese consigli al cuoco dei signori di Ferrara il quale pare avesse ideato proprio per lei la ‘Torta delle rose’, in omaggio alla sua bellezza. La Torta di rose ottenne subito successo ed entrò così a far parte della cultura gastronomica mantovana come uno dei dolci più consumati in quella zona d’Italia; ancora oggi questo dessert non delude mai chi lo assaggia.