fbpx

Patatine fritte in friggitrice ad aria

Come preparare le patatine fritte utilizzando una modernissima friggitrice ad aria. La procedura e la nostra opinione sui risultati.
Patatine fritte con friggitrice ad aria
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp

Oggi prepariamo le patatine fritte con la friggitrice ad aria calda. La friggitrice ad aria calda funziona a tutti gli effetti come un forno a convezione, dove una ventola spinge il calore prodotto dalla serpentina nella camera di cottura, avvolgendo gli alimenti che verranno cotti risparmiando gran parte dei grassi. Si presenta con una forma compatta, poco voluminosa, con un cassetto estraibile ed un cestello dove inserire il cibo da cuocere. La mia friggitrice dispone di un display digitale, dove è possibile impostare temperatura e tempo di cottura, o selezionare uno dei programmi predefiniti in base alla categoria dell’alimento. Non è necessario quindi aggiungere olio, se non in piccole quantità in alcuni casi.

Ingredienti per 2

  • Patate: 500 g
  • Olio di semi: 10 ml
  • Sale: q.b
  • Preparazione: 10 minuti
  • Cottura: 15 minuti
  • Totale: 25 minuti
  • Calorie: 100 Kcal/100 g

Preparazione

1

Pelare le patate con un pelapatate o con un coltello. Sciacquare sotto acqua corrente le patate per rimuovere la terra.

2

Tagliare le patate a fette e poi a bastoncini, cercando di tenere lo stesso spessore. Mettere le patate in una ciotola a bagno con acqua fredda e lasciar riposare 30 minuti.

3

Trascorsi i 30 minuti, scolare le patate e asciugarle con carta assorbente. Aggiungere un cucchiaio di olio (ed eventuali altri aromi e spezie) e mescolare.

4

Nel frattempo preriscaldare la friggitrice ad aria per 3 minuti a 200°C.

5

Mettere le patate nel cestello senza riempirlo troppo. Cuocere per 15 minuti a 200°C. A metà cottura aprire il cassetto e rimescolare le patate, controllare il grado di cottura. Salare e condire a piacere.

Meglio la frittura classica o la friggitrice ad aria calda?

Ma il risultato? Dipende da cosa andiamo a friggere. La differenza si nota subito con le fritture ad immersione o per le pastelle. Non potremo infatti friggere i buonissimi fiori di zucca in pastella, o frittelle, poiché la griglia forata non ci consente di trattenere la pastella liquida. La prima regola è quindi quella di usare alimenti solidi.

Usandola proprio come un vero forno possiamo cucinare cibi freschi o surgelati. Con questi ultimi il successo è garantito. Nuggets, cotolette, olive all’ascolana, verranno croccanti e asciutte senza l’aggiunta di olio.

Accessori

  • Friggitrice ad aria
  • Ciotola
  • Pelapatate

Consigli e suggerimenti

  • Per cominciare scegliamo patate adatte alla frittura, in genere farinose e tagliamole tutte delle stesse dimensioni per avere cottura uniforme. Lasciare le patate in ammollo in acqua fredda, così come facciamo per altre preparazioni, oltre ad evitare che anneriscano, farà sì che siano più croccanti. Scegliamo inoltre un olio che abbia un alto punto di fumo come l’olio di arachidi.
  • La mia friggitrice ha un programma preimpostato per le patatine fritte, però il tempo può variare in base alla quantità di cibo e allo spessore con cui abbiamo tagliato le patate. Quindi di tanto in tanto è bene controllare la cottura.
  • Terminato l’utilizzo della friggitrice è bene pulirla con cura in ogni sua parte. Le parti estraibili possono essere lavate anche in lavastoviglie (assicuriamocene controllando nel libretto delle istruzioni), mentre con un panno umido puliamo l’interno dell’apparecchio.
  • Cucinare proprio come in forno pesce, pizza, calzoni, arrosti, riducendo i tempi di cottura!
  • Importante per garantire cottura uniforme, non riempire troppo il cestello e girare a metà cottura gli alimenti all’interno.
  • In genere sul libretto di istruzioni troviamo una guida sulle impostazioni per la cottura: ogni alimento ha infatti una sua temperatura e durata. Alcuni cibi inoltre non richiedono la fase di preriscaldamento, necessaria invece quando andiamo a cuocere patatine fritte o surgelati, per avere lo shock termico che rende croccante l’alimento.
  • Possiamo preparare le patate fritte lasciando la buccia, assicurandoci di lavare bene le patate con uno spazzolino per rimuovere la terra.
  • Personalizziamo le patatine fritte aggiungendo  spezie, aromi o del pangrattato, e serviamole con salse gustose.

Conservazione

Le patatine sono ottime se consumate subito, possiamo in alternativa conservarle per 2 giorni in contenitore chiuso, in frigo, e riscaldarle in forno al momento del consumo.