fbpx

Insalata di arance, il contorno semplice e saporito

Come preparare l’insalata di arance, un contorno di origine siciliana fresco e leggero!
Insalata di arance ricette
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp

L’insalata di arance è un contorno invernale leggero, semplice e molto sfizioso, nata sulle tavole siciliane. Ideale per accompagnare piatti di carne o rinfrescare il palato dopo un pranzo impegnativo, l’insalata di arance prevede il perfetto connubio tra cipolla rossa marinata, arance di Sicilia, olive e prezzemolo, ma potete aggiungere anche delle sottili fettine di finocchi per un’ulteriore nota di freschezza. Con questo piatto si dimostra la bontà dell’incontro tra frutta, verdura e spezie: con pochissimi ingredienti di qualità e pochissima fatica si ottiene un contorno versatile, adatto a qualsiasi tipo di pranzo o cena, anche come antipasto.

Ingredienti per 4 persone

  • Arance: 4
  • Olive denocciolate: 30 g
  • Prezzemolo: 1 ciuffetto
  • Cipolla rossa: 1/2
  • Olio Evo: 20 ml
  • Sale: q.b
  • Pepe: q.b
  • Aceto di vino bianco: 30 ml
  • Preparazione: 15 minuti
  • Cottura:
  • Totale: 15 minuti
  • Calorie: 60 Kcal/100 g

Preparazione

1

Iniziate pelando la cipolla e affettandola sottilmente.

2

Versate 150 ml di acqua fredda e 30 ml di aceto in una ciotola.

3

Aggiungete la cipolla e lasciatela riposare per circa 15 minuti, in modo che si addolcisca.

4

Tritate finemente il prezzemolo fresco.

5

Sbucciare le arance e affettatele per ottenere fette dallo spessore di circa ½ centimetro.

6

Sistemate le arance su un piatto da portata e conditele con l’olio, il sale e il pepe.

7

Scolate le cipolle, asciugatele tamponando con un canovaccio pulito e unitele alle arance. Condite l’insalata con le olive denocciolate e il prezzemolo tritato. Servite al momento.

Consigli e suggerimenti

A seconda della stagione in cui deciderete di preparate l’insalata di arance, scegliete delle qualità differenti per rispettare la stagionalità: preferite le arance delle varietà Moro e Tarocco in inverno, la Navel e la Ribera in autunno, la Valencia e la Belladonna in primavera.

Conservate l’insalata di arance in frigorifero, coperta da pellicola o in un contenitore ermetico.

Alcune varianti, sempre siciliane, prevedono l’aggiunta delle aringhe o delle acciughe sott’olio, del tonno o delle noci, per un sapore ancora più deciso.

Scegliete olive saporite, come quelle di Gaeta o le Taggiasche.

Storia

Sembra che l’insalata di arance fu una suggestione araba: durante la dominazione araba dell’isola, infatti, la popolazione, amante dei sapori agrodolci, iniziò a consumare abitualmente fettine di arancia condite con olio, sale e pepe. L’insalata di arance è largamente consumata nel Palermitano, ma anche in diverse regioni della Spagna.