Pesto di salvia e mandorle

Il pesto di salvia e mandorle è una salsa super gustosa che renderà ancora più appetitosi e salutari i vostri piatti. Quando si pensa al pesto, nell’immaginario collettivo si fa prima di tutto riferimento al più celebre ‘pesto alla genovese’. Sono tante invece le ricette che fanno riferimento a questo procedimento tanto antico quanto semplice. […]

  • Tempo di preparazione
  • Tempo di cottura:
  • Porzioni: 2 persone
  • Calorie: 300 Kcal/100 g
  • Ingredienti (per 2 vasetti)

  • Foglie di salvia: 50 g
  • Mandorle sgusciate: 100 g
  • Parmigiano reggiano: 50 g
  • Aglio: 1 spicchio
  • Olio Evo: 100 ml
  • Sale: 1 pizzico

Il pesto di salvia e mandorle è una salsa super gustosa che renderà ancora più appetitosi e salutari i vostri piatti. Quando si pensa al pesto, nell’immaginario collettivo si fa prima di tutto riferimento al più celebre ‘pesto alla genovese’. Sono tante invece le ricette che fanno riferimento a questo procedimento tanto antico quanto semplice. La preparazione non solo è facile, ma è anche molto veloce. Grazie alla presenza della salvia e delle mandorle, questa crema ha un effetto molto salutare per il nostro organismo. Per fare il vostro pesto di salvia e mandarle bastano pochi passaggi.

Procedimento

1Preliminarmente occorre privare le foglie di salvia dei gambi, quindi metterle sotto abbondante acqua corrente. Se preferite, potrete utilizzare delle foglie di salvia biologiche.

Pesto-di-salvia6

2Dopo aver lavato bene le foglie di salvia, adagiatele su un panno da cucina, quindi asciugarle con della carta assorbente. Si dovrà fare attenzione a quest’ultima operazione, poiché se non asciugate bene, le foglie di salvia potrebbero rilasciare dell’acqua in eccesso che vanificherebbe la consistenza cremosa che dovrebbe avere questa salsa.

Pesto-di-salvia5

3In un mixer da cucina unite alle foglie di salvia, le mandorle ed il parmigiano, l’aglio (tagliato a lamelle). Aggiungere poco alla volta a filo anche l’olio. Mixare fino a quando il composto avrà raggiunto una consistenza cremosa. Aggiungere quindi il sale e mixare ancora per qualche istante.

4Una volta raggiunta la giusta densità di cremosità, trasferite il composto in dei vasetti di vetro a copertura ermetica. Prima di chiudere il tappo, irrorate il pesto di salvia e mandorle con un filo d’olio.

5Quando sarà pronto trasferite il pesto nei vasetti e ricoprite con un pò d’olio prima di sigillarli. Una volta aperto il vasetto va conservato in frigorifero.

Pesto-di-salvia1

6Il pesto così ottenuto si potrà utilizzare come condimento per dei succulenti primi piatti, accompagnare secondi piatti a base di carne o pesce oppure essere utilizzato per rendere più appetitosi sandwich o tartine.

Consigli

  • Per la preparazione del pesto di salvia e mandorle si può utilizzare al posto del mixer, il ben più antico mortaio. Anticamente, infatti, si usava questo arnese di cucina per fare il pesto. In commercio si possono trovare mortai di differenti materiali. Il nostro consiglio è quello di utilizzare sempre quello in marmo.
  • Se desiderate una salsa più fluida, non utilizzate l’acqua bensì un po’ più di olio.
  • Al posto del parmigiano reggiano potrete utilizzare del pecorino o altro formaggio a vostra scelta. Se si vuole, si potrà anche rinunciare del tutto alla presenza del formaggio.
  • Il sapore pungente del pesto di salvia e mandorle rende ideale l’accompagnamento a carni come quella di agnello, hamburger, involtini. Ma anche tortini e pesce.

Conservaione

  • Il pesto di salvia e mandorle si può conservare in dei vasetti ermetici per diversi giorni in frigo.
  • Il pesto di salvia e mandorle potrà essere anche surgelato.

Curiosità

Forse non tutti sanno che la salvia ha delle notevoli proprietà antiinfiammatorie. Usata per trattare stai dolorosi (edemi, reumatismi, emicranie) è anche utilizzata per contrastare gli ascessi ai denti.

Utilissima per aiutare a contrastare alcuni disturbi della menopausa, la salvia è molto adatta anche in stati di astenia e depressione. Altro toccasana della salute è la mandorla.

Ricche di polifenoli, le mandorle rappresentano dei potenti antiossidanti. Grazie alla presenza di grassi buoni, alle mandorle si deve il merito di abbassare sensibilmente i livelli di colesterolo nel sangue.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *