Uova in camicia, trucchi e consigli

Oggi vi presento una ricetta facile, veloce ed economica, parliamo delle uova in camicia. Una ricetta classica della cucina internazionale, chiamata anche uovo affogato o uovo poche‘, ma conosciuto più comunemente come, uovo in camicia. Viene effettuata una cottura ad immersione in un liquido caldo, solitamente acqua e, generando un vortice, l’albume coprirà il tuorlo proprio come una camicia. Una ricetta molto economica, […]

  • Tempo di preparazione
  • Tempo di cottura:
  • Porzioni: 2 persone
  • Calorie: 211 kcal/100 g
  • ingredienti

  • uovo: 2
  • aceto: mezzo bicchierino
  • sale: 1 presa
  • pepe nero: q.b.

Oggi vi presento una ricetta facile, veloce ed economica, parliamo delle uova in camicia. Una ricetta classica della cucina internazionale, chiamata anche uovo affogato o uovo poche‘, ma conosciuto più comunemente come, uovo in camicia.

Viene effettuata una cottura ad immersione in un liquido caldo, solitamente acqua e, generando un vortice, l’albume coprirà il tuorlo proprio come una camicia. Una ricetta molto economica, che con pochi ingredienti ci permette di realizzare un piatto gustoso, con un  ripieno morbido, che ben si accompagna a del pane tostato, ma anche agli asparagi. L’uovo in camicia può essere consumato come secondo piatto, ma anche come usano i paesi anglosassoni come prima colazione o brunch contornato con del bacon. Una ricetta base che apre molti spiragli e fantasie.

1 Mettiamo a bollire in un piccolo pentolino, l’acqua con l’aceto e, una volta che ha raggiunto il bollore, formiamo un mulinello con l’aiuto di un cucchiaio, facendolo girare vicino ai bordi del pentolino, fino a formare un vortice.

uova in camicia

2 Rompiamo l’uovo e versiamolo con rapidità nel centro del vortice. La rotazione lo farà girare e l’albume si coprirà formando per l’appunto la camicia che rivestirà il tuorlo.

uova in camicia

3 Cuociamo per 3/4 minuti, non di più, perché al taglio il tuorlo deve rimanere cremoso. Scoliamo con delicatezza con l’aiuto di una paletta forata e depositiamo l’uovo su della carta assorbente, per asciugarlo. Alla fine aggiungere un pizzico di pepe.

Come conservare le uova in camicia

Le uova in camicia vanno consumate calde, se si vogliono preparare e mangiare in seguito si consiglia di metterle in un recipiente con acqua fredda ricoperte con pellicola trasparente. Possono durare un paio di giorni. Prima di assaporarle poi bisognerà riscaldarle per 1 minuto in acqua bollente e dopo asciugarle con della carta assorbente per eliminare l’acqua in eccesso.

Consigli

  1. Utilizzare sempre prodotti freschi, per verificare la freschezza di un uovo basterà aprirlo in un piatto, se il tuorlo rimane compatto significa che è fresco se si allargherà significa che è vecchio e quindi l’albume non riuscirà ad avvolgerlo.
  2. L’aceto è molto importante,favorisce la coagulazione dell’albume e la cottura. Di solito si consiglia un cucchiaino di aceto ogni litro d’acqua. Anche la temperatura dell’acqua ha la sua rilevanza,non bisognerebbe mai superare i 70-80 gradi per evitare che l’uovo si indurisca.
  3. Per colazione si possono abbinare con bacon croccante o formaggio
  4. Come pietanza con asparagi, broccoli e spinaci.
  5. Per dare più gusto si possono utilizzare anche spezie come paprika e cumino
Beatrice Piselli

Ciao! Mi chiamo Beatrice e scrivo prevalentemente di cucina vegetariana e vegana prestando particolare attenzione alla stagionalità degli ingredienti. Trascorro molto tempo in cucina a studiare nuovi piatti e a fotografarli, così da poter trasmettere nel migliore dei modi tutto il mio amore per ciò che cucino.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.