Orto sul balcone: guida per crearlo

Sempre più si sta diffondendo la voglia di coltivare direttamente nelle nostre case e nei nostri giardini, i prodotti che andremo a cucinare. In questo desiderio di ritorno alle origini, non ci vengono di certo in contro i ritmi frenetici e gli spazi ridotti della città. La soluzione, allora, è creare un orto sul balcone, una piccola […]

Sempre più si sta diffondendo la voglia di coltivare direttamente nelle nostre case e nei nostri giardini, i prodotti che andremo a cucinare. In questo desiderio di ritorno alle origini, non ci vengono di certo in contro i ritmi frenetici e gli spazi ridotti della città. La soluzione, allora, è creare un orto sul balcone, una piccola oasi verde dove coltiveremo ciò che più ci piace: erbe aromatiche, insalate, pomodori, melanzane, zucchine e, perchè no, anche patate, cetrioli, peperoni e cavoli.

orto sul balcone

Non ci sono limiti nella coltivazione orto-balconara e se seguirete i nostri consigli otterrete grandi risultati. Contrariamente a quanto si possa pensare infatti, coltivare in vaso gli ortaggi, risulta meno difficoltoso della loro coltivazione in terra poichè saranno meno soggetti a malattie e ad attacchi parassitari. Avrete la certezza di consumare prodotti freschi, di stagione e ricchi di gusto e sarete doppiamente soddisfatti nel portare i tavola piatti realizzati con ciò a cui avrete dedicato tempo e amore. Saper attendere i tempi della natura è un passaggio importante, un’insegnamento che potrete dare ai vostri figli: vedere la pianta che cresce, nutrita con costanza, e che in cambio vi premia con gustosi frutti è una metafora della vita stessa.

Ma ora vediamo cosa coltivare e, soprattutto, come!

Le erbe aromatiche sono senza ombra di dubbio le piante che vi daranno maggiori soddisfazioni: non occorrono grandi spazi per coltivarle, basterà anche un davanzale, e si vendono in vasetti molto carini anche per pochi euro. Salvia, rosmarino e basilico arricchiranno i vostri piatti con sapori e profumi unici. Ve le consiglio per iniziare!

Fine marzo è il periodo ideale per iniziare a dedicarvi alla creazione del vostro orto: acquistate le piantine nei vivai tenendo presente le loro necessità in termini di spazio facendo riferimento alla tabella alla fine del post. Le varietà più adatte per questo tipo di coltivazione sono quelle innestate, al contrario vi sconsiglio di partire dai semi se siete alle prime armi.

Per creare un vero e proprio orto balcone, con pomodori, melanzane, zucchine e quant’altro, avrete bisogno di vasi a cassetta di diverse dimensioni: saranno sufficienti cassette di 20 cm di profondità per coltivare lattughe, cicorie, bietole, sedano, finocchi, aglio, cipolla, basilico, rucola, prezzemolo e ravanelli. Vasi più profondi, 30-40 cm circa, serviranno per coltivare pomodori, melanzane, peperoni, patate, cetrioli e cavoli. Per la coltivazione di zucchine, meloni e angurie occorrono vasi di 40-50 cm. Già così potete farvi un’idea: in base allo spazio che avrete a disposizione potete scegliere cosa coltivare.

Il materiale migliore per i vostri vasi è sicuramente la terracotta che, soprattutto d’estate, mantiene la terra a temperature più costanti, evitando sbalzi termici che potrebbero danneggiare le radici. Di contro sono molto pesanti e per questo sostituiti con quelli di plastica.

Un’altra accortezza riguarda la preparazione del vaso: è molto importante stendere sul fondo uno strato drenante di argilla espansa, ghiaia oppure cocci di vasi in modo da evitare ristagni idrici. Il terriccio poi dovrà essere di ottima qualità: ne esistono di specifici per orto-balcone già arricchiti di materia organica.

Al momento del trapianto, prelevate la piantina con tutto il pane di terra prestando attenzione a non danneggiare le radici e adagiatela nel vostro vaso, circondatelo di terra e premete leggermente tutto attorno.

E’ molto importante bagnare bene le piantine dopo averle travasate, prestando attenzione che l’acqua raggiunga le radici più profonde. In primavera, bagnate solo quando la terra si sarà asciugata, mentre in estate bagnate più di sovente, senza mai far seccare il terreno e privilegiate la mattina presto o la sera tardi per svolgere questa operazione. Ricordate di non bagnare mai le foglie.

Per le piante più alte è opportuno predisporre un tutore così da poterle fissare durante la loro crescita ed evitare che si pieghino sotto il peso dei frutti.

Vi lascio ora una tabella con tutte le informazioni che vi serviranno per creare il vostro angolo di orto.

orto sul balcone

La nostra breve guida sull’orto balcone è conclusa, ma non esitate a chiedere se avete dubbi o curiosità!

Beatrice Piselli

Ciao! Mi chiamo Beatrice e scrivo prevalentemente di cucina vegetariana e vegana prestando particolare attenzione alla stagionalità degli ingredienti. Trascorro molto tempo in cucina a studiare nuovi piatti e a fotografarli, così da poter trasmettere nel migliore dei modi tutto il mio amore per ciò che cucino.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.