Carbonara sbagliata: orrore francese

E’ di ieri la notizia dell’orrore/errore commesso dai cugini d’oltralpe nella realizzazione della nostra amata pasta alla carbonara. In una video ricetta circolata in rete compaiono ingredienti alquanto insoliti: cipolla e cipollotto, pancetta e, ultimo degli orrori, la panna! Impossibile anche sorvolare sul fatto che la pasta sia stata cotta insieme a tutti gli altri ingredienti, […]

E’ di ieri la notizia dell’orrore/errore commesso dai cugini d’oltralpe nella realizzazione della nostra amata pasta alla carbonara.

In una video ricetta circolata in rete compaiono ingredienti alquanto insoliti: cipolla e cipollotto, pancetta e, ultimo degli orrori, la panna!

Impossibile anche sorvolare sul fatto che la pasta sia stata cotta insieme a tutti gli altri ingredienti, partendo da acqua fredda, seguendo il trend del One Pot. Molto in voga nei paesi anglosassoni, questo tipo di cottura prevede l’utilizzo di un’unica padella per la preparazione di pasta e condimento e, sebbene molto apprezzato sul web, poco si presta per i grandi classici della tradizione.

carbonara sbagliata

Infatti noi conosciamo bene la differenza tra risotto e pasta asciutta, e le nostre conoscenze diventano ancora più chiare se parliamo di carbonara: un dibattito sempre acceso in cui i tradizionalisti si scontrano con gli innovatori in una guerra senza fine.

Di fatto, giusto per fare chiarezza, nella ricetta originale della carbonara gli ingredienti previsti sono: guanciale, uova, sale, pepe, olio, formaggio grana e/o pecorino e spaghetti (o comunque un formato di pasta lungo).

Difficile trovare qualcosa di giusto in quella ricetta… Se avessero almeno usato gli spaghetti!!!

Vi lascio a questo punto il video per vedere con i vostri occhi l’incredibile oltraggio a cui è stata sottoposta la nostra tradizione!

https://www.youtube.com/watch?v=IVm6Uaqsh-k

Beatrice Piselli

Ciao! Mi chiamo Beatrice e scrivo prevalentemente di cucina vegetariana e vegana prestando particolare attenzione alla stagionalità degli ingredienti. Trascorro molto tempo in cucina a studiare nuovi piatti e a fotografarli, così da poter trasmettere nel migliore dei modi tutto il mio amore per ciò che cucino.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.