Insalata di farro

Nell’aria tutto sa di primavera…colori, odori ma anche sapori!!! Sulle nostre tavole arriva l’ Insalata di farro. Semplice, leggera, colorata e veloce
Insalata di farro
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp

Nell’aria tutto sa di primavera…colori, odori ma anche sapori!!! Sulle nostre tavole arriva l’ Insalata di farro. Semplice, leggera, colorata e veloce. Ma cos’è il Farro? A volte la pubblicità ci propina “prodotti nuovi” che sono invece molto antichi. Il farro – dal latino far –  ha origini lontane: le prime menzioni di questo cereale si ritrovano nella Mesopotamia del terzo millennio ed in seguito anche nella Bibbia. Il Farro rappresenta il più antico tipo di frumento coltivato, utilizzato come nutrimento umano fin dal neolitico. La farina di farro costituiva la base della dieta delle popolazioni latine. Il pane di farro veniva consumato congiuntamente dagli sposi nel rito della cumfarreatio – la forma più solenne di matrimonio nell’antica Roma -, ad esempio.  Dopo la coltivazione di altre varietà di cereali, in particolare frumento, mais e riso, la coltura del farro è andata diminuendo nel tempo fino quasi a sparire. Oggi, riscoperto grazie alle sue ottime proprietà dietetiche, viene coltivato in Italia soprattutto in Toscana. Divenuto quasi una coltivazione “di nicchia”, trova oggi una collocazione naturale nelle aziende biologiche.

Ingredienti per 4 persone

  • Farro: 150 g
  • Tonno: 160 g
  • Mais: 160 g
  • Rucola: 50 g
  • Pomodorini tipo datterini: 100 g
  • Capperi dissalati: 20 g
  • Peperone: 200 g
  • Sale: q.b.
  • Olio evo: q.b
  • Preparazione: 20 minuti
  • Cottura: 25 minuti
  • Totale: 45 minuti
  • Calorie: 335 Kcal/persona

Preparazione

1

In una pentola portare ad ebollizione l’acqua, salare e versare il farro, far cuocere per i minuti di cottura previsti. Una volto cotto, scolare e lasciar raffreddare in una ciotola.

2

Nel frattempo preparare tutti gli altri ingredienti.

3

In un tegame mettere inseme il tonno, il mais, la rucola tagliata, i pomodorini, i capperi e il mezzo peperone tagliato a dadini piuttosto piccoli.

4

Una volta raffreddato il farro aggiungere a tutti gli altri ingredienti.

5

Amalgamare il tutto e aggiungere un filo d’olio per renderla più leggera, se si desidera un sapore più deciso aggiungere la maionese.

Conservazione

L’insalata di farro potete prepararla un giorno prima e conservarla in frigorifero. Se invece vi è avanzata potete lasciarla sempre in frigo per un massimo di due giorni. Se ne sconsiglia la congelazione.

Varianti

Al posto del farro potete usare il riso, nella classiche delle insalate della bella stagione.