Clafoutis di prugne gialle

Qualche giorno fa in televisione ho visto la preparazione di un clafoutis alle pesche. Non avevo mai mangiato questo dolce di origine francese, la cui ricetta originale prevede le ciliegie. Ho cercato così tra i miei libri alcune varianti per capire quale frutta usare, potete scegliere tra ciliegie, pesche, albicocche, uva, e tanta altra frutta. […]

  • Tempo di preparazione
  • Tempo di cottura:
  • Porzioni: 8 persone
  • Calorie: 180 Kcal/100 g
  • Ingredienti

  • Prugne gialle (mature): 500 g
  • Zucchero: 130 g
  • Farina: 90 g
  • Uova: 3
  • Latte: 200 ml
  • Brandy: 20 ml
  • Vanillina: 1 bustina
  • Noce di burro: 1
  • Sale: 1 pizzico

Qualche giorno fa in televisione ho visto la preparazione di un clafoutis alle pesche. Non avevo mai mangiato questo dolce di origine francese, la cui ricetta originale prevede le ciliegie.

Ho cercato così tra i miei libri alcune varianti per capire quale frutta usare, potete scegliere tra ciliegie, pesche, albicocche, uva, e tanta altra frutta. Siccome pochi giorni fa i miei vicini di casa mi hanno portato delle prugne del loro giardino, ho deciso di preparare un clafoutis di prugne gialle.

Clafoutis-di-prugne-gialle2

Procedimento per il Clafoutis

1 Accendete il forno a 160°.

2Imburrate una teglia con i bordi non troppo alti e cospargete con lo zucchero (circa 30 gr.) il fondo e i bordi.

3 Lavate e tagliate a spicchi le prugne e adagiatele sul fondo della teglia.

4 In una ciotola montate le uova con lo zucchero rimasto (100 gr.) fino a che non siano raddoppiate di volume. Aggiungete la vanillina e il sale. Con l’aiuto di un cucchiaio di legno unite la farina setacciata.

5Aggiungete all’impasto ottenuto il latte e il brandy, l’impasto deve risultare liscio e abbastanza liquido.

6Versate tutto l’impasto ottenuto nella teglia e infornate per 45 minuti.

7 Servite tiepido e spolverate di zucchero a velo.

Clafoutis-di-prugne-gialle1

Quando lo preparavo ero titubante, l’impasto mi sembrava troppo liquido ed ero perplessa dalla mancanza del lievito. Dopo pochi minuti che il mio clafoutis era nel forno la cucina era avvolta da un profumo meraviglioso! Con mia grande sorpresa il dolce non era niente male! Provare per credere!!

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.