fbpx

Zuppa di cipolle, un piatto povero ma ricco

La zuppa di cipolle è un piatto di origine francese. Spesso bistrattate, le cipolle in realtà sono dolci e danno al piatto un sapore unico.
zuppa di cipolle
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp

La zuppa di cipolle è un piatto tipico della cucina francese, molto apprezzato anche da altre culture, e soprattutto dagli amanti delle cipolle. Io mi ci metto in prima fila! Comprendo i pregiudizi sulle cipolle… ortaggi dall’odore pungente, che spesso ci fa piangere a dirotto in cucina, dal sapore forte, e soprattutto dalla digeribilità problematica, che spesso lascia strascichi per ore. Questi sono i motivi per cui tanti storcerebbero il naso all’idea di una preparazione completamente a base di cipolle. Questo piatto è davvero curioso, e invito almeno ad assaggiarlo. L’aggiunta del vino rosso e quella successiva del brodo, smorzano e addolciscono il sapore delle cipolle, donando un sapore che nemmeno immaginavate. Certo sulla digeribilità il problema rimane, e per ovviare vi consiglio una tisana a fine pasto con zenzero e limone! Inoltre la cipolla è davvero un elemento indispensabile in cucina. Riesce a cambiare il gusto di molti piatti, è facile da reperire e ha un basso costo. Per non parlare delle proprietà terapeutiche. Considerato come antibiotico naturale, è ricca di vitamine e sali minerali. Mettiamoci all’opera.

Ingredienti per 4 persone

  • Cipolle: 2
  • Burro: 1 noce
  • Farina 00: 3 cucchiai
  • Aglio: 1 spicchio
  • Vino rosso: 1 tazza
  • Brodo di manzo: 2 bicchieri
  • Sale: q.b.
  • Pepe: q.b.
  • Alloro: q.b.
  • Timo: q.b.
  • Erba cipollina: q.b.
  • Fette di pane: q.b.
  • Formaggio groviera: q.b.
  • Parmigiano: q.b.
  • Preparazione: 20 minuti
  • Cottura: 20 minuti
  • Totale: 40 minuti
  • Calorie: 23 kcal/100 g

Preparazione

1

Puliamo le cipolle, e tagliamole a rondelle. In una padella antiaderente, scaldiamo il burro, e quando è rosolato aggiungiamo le cipolle. Insaporiamo con aglio, timo, alloro, sale e pepe.

2

Lasciamo cuocere fino a che le cipolle si saranno ammorbidite, per circa una ventina di minuti.

3

Aggiungiamo il vino rosso, e lasciamo sfumare per altri 5 minuti. Togliere le foglie di alloro e l’aglio. Aggiungere la farina e mescolare per farla assorbire. Conviene abbassare il fuoco per evitare che la farina bruci. Aggiungiamo poi il brodo di manzo, e riportiamo a bollore per 10 minuti. Regoliamo di sale e pepe se necessario.

4

Abbrustoliamo il pane, e adagiamolo sopra la zuppa, direttamente sul piatto che andremo a servire. Condiamo con il formaggio e lasciamo sciogliere in forno o microonde, per qualche minuto.

5

In alternativa potete anche servire la zuppa sopra i crostini di pane e cospargere con formaggio.

Curiosità

  • Meglio le bionde o le rosse? Un dilemma che ha luogo anche in cucina. Sì, perché esistono diverse varietà di cipolla. Io non faccio testo, le adoro tutte, crude o cotte, ma a seconda della tipologia, cambiano gli utilizzi.
  • Al mercato possiamo trovare la cipolla bianca, dorata e rossa. All’interno di queste categorie le possiamo differenziare per forma (piatta, lunga, tonda), e per la provenienza.
  • Cipolla rossa di Tropea, la più famosa e ricercata. Dalla forma allungata e dal colore rosso, è ottima mangiata cruda e nelle insalate, per il suo sapore dolce e delicato.
  • Cipolla dorata tonda, è sicuramente quella più usata in cucina, si presta bene per diverse basi, quali soffritti e fondi.
  • Lo scalogno, piccolo dalla forma allungata, ha un sapore deciso, idoneo ad insaporire sughi e condimenti.
  • Cipolla bianca, dal gusto delicato, possiamo consumarla lessata, gratinata, sulla pizza o alla griglia.