Sartù di riso, ricetta regionale

Piatto tipico della tradizione campana, il sartù di riso è in genere un primo piatto molto ricco, tanto da poter essere considerato un piatto unico. Come spesso accade nella cucina italiana, ne esistono diverse varianti.
sartù di riso
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp

Piatto tipico della tradizione campana, il sartù di riso è in genere un primo piatto molto ricco, tanto da poter essere considerato un piatto unico. Come spesso accade nella cucina italiana, ne esistono diverse varianti. Parente stretto del timballo di riso siciliano, è un piatto decisamente molto facile da preparare e si presta a qualsiasi tipo di condimento. Io ho deciso di unire diverse ricette, e regalargli un sapore vagamente orientaleggiante, con curcuma, zenzero e zafferano. Il mio piatto ha ottenuto un discreto successo. Voi direte: “Figurati se dicevi che era cattivo!” ma, vi posso assicurare che sono assolutamente certa che fosse buono perché mia madre, che solitamente critica in maniera feroce tutte le mie ricette e che è totalmente contraria ad ogni proposta, ha letteralmente divorato il mio sartù di riso richiedendo addirittura il bis e la ricetta completa per poterlo rifare. Quindi bando alle ciance e cominciamo.

Ingredienti per 4 persone

  • Riso: 300 g
  • Cipolla bianca: 1/2
  • Olio d’oliva: q.b.
  • Pancetta affumicata a dadini: 150 g
  • Piselli: 1 scatola
  • Zafferano: 1 bustina
  • Curcuma: 1 cucchiaino
  • Zenzero: 1 cucchiaino
  • Mozzarella fiordilatte: 1
  • Parmigiano: q.b.
  • Burro: q.b.
  • Vino bianco: 1/2 bicchiere
  • Brodo: 1 l
  • Preparazione: 45 minuti
  • Cottura: 45 minuti
  • Totale: 90 minuti
  • Calorie: 450 kcal/100 g

Preparazione

1

Tritare la cipolla finemente (meglio se con il mixer).

2

In una casseruola mettere a rosolare metà della cipolla con l’olio e aggiungere la pancetta e metà dei piselli.

3

In un’altra padella fate rosolare la restante cipolla e fate tostare il riso.

4

Quando il riso sarà brillato, trasferirlo nell’altra casseruola con pancetta e piselli e sfumate tutto con il vino bianco.

5

Una volta che il vino sarà evaporato aggiungete metà del brodo e lasciate cuocere a fuoco medio coperto per una decina di minuti aggiungendo brodo se serve.

6

Nel frattempo in un bicchiere sciogliete lo zafferano la curcuma e lo zenzero con un po di brodo o d’acqua e aggiungetelo al riso, insieme ai piselli restanti, negli ultimi minuti di cottura. Mescolate e fate ritirare per altri due minuti.

7

A questo punto, considerando che il riso mediamente cuoce in 15/16 minuti, dovrebbe essere pronto per la mantecatura quindi levatelo dal fuoco, mettete una noce di burro freddo e parmigiano e mescolate tutto finché non sarà amalgamato.

8

Lasciatelo intiepidire e preparate una teglia imburrata e spolverata con pangrattato. Formate uno strato compatto con una parte del riso,

9

Tagliate la mozzarella a fette e adagiatela sopra il riso

10

e ricoprite con il restante riso.

11

Spolverate la superficie con abbondante parmigiano e qualche fiocchetto di burro (facoltativo) e infornate a 180/200°C per 25 /30 minuti o fino a doratura del formaggio in superficie.