Risotto cacio e pepe: una variante della tradizione romana

Un classico della tradizione romana si trasforma nel risotto cacio e pepe. Cremoso e saporito conquisterà il vostro palato.
risotto cacio e pepe
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp

Il risotto cacio e pepe è una gustosa e cremosa variante del risotto, in onore del tradizionale piatto romano cacio e pepe. Sono ormai 3 anni che vivo in questa splendida città. Ho provato un po’ tutti i piatti tipici, e se dovessi scegliere tra un’amatriciana e una cacio e pepe, il duello sarebbe davvero difficile. Io, amante del risotto, oggi ho deciso di proporvi una rivisitazione a modo mio della ricetta della cacio e pepe, un po’ anche per omaggiare anche la cultura culinaria del nostro paese, che offre squisitezze di ogni tipo. È inoltre una ricetta veloce (seppur i tempi di cottura del riso variano dai 12 minuti ad un massimo di 15); infatti con soli 3 ingredienti principali possiamo preparare una ricetto originale e davvero saporita.

Ingredienti per 2 persone

  • Riso per risotti: 200 g
  • Pecorino: 40 g
  • Brodo vegetale: q.b.
  • Vino bianco: 1/2 bicchiere
  • Burro: q.b.
  • Pepe: q.b.
  • Sale: q.b.
  • Preparazione: 10 minuti
  • Cottura: 35 minuti
  • Totale: 45 minuti
  • Calorie: 515 kcal/porzione

Preparazione

1

Per prima cosa bisogna preparare il brodo vegetale. In una padella far sciogliere il dado e portare l’acqua ad ebollizione (se avete sufficiente tempo potete preparare il brodo con una carota, della cipolla e del sedano). Quando il brodo bolle, possiamo procedere alla preparazione del risotto.

2

In una padella con bordo alto, facciamo sciogliere una noce di burro.

3

Appena sciolta, incorporiamo il riso e lo lasciamo tostare per circa 3-4 minuti.

4

Sfumate il riso tostato con il vino bianco.

5

Lasciate evaporare il riso e procedete aggiungendo un paio di mestoli di brodo, avendo cura di usare il colino per evitare di incorporare pezzetti di verdure. Procedete aggiungendo mestoli di brodo affinché il riso non sarà cotto. La cottura media dei risotti è in genere tra i 12 e 15 minuti. Ricordatevi di aggiungere un po’ di sale.

6

Una volta arrivato alla cottura desiderata, toglietelo dalla fiamma, aggiungiamo una noce di burro,

7

in questo caso il pecorino romano e pepe (non siate timidi, abbondate un po’, deve sentirsi il gusto del formaggio e del pepe, come una vera cacio e pepe della tradizione romana).

8

il risotto aggiungendo una mangiata di pepe per decorazione.

Curiosità

Il risotto cacio e pepe può essere accompagnato rigorosamente da un buon calice di vino rosso.

Si narra che la nascita della caccio e pepe risalga ai pascoli durante la transumanza, negli spostamenti del gregge, i pastori dell’agro romano riempivano la bisaccia di alimenti calorici e a lunga conservazione, tra cui qualche fetta di cacio pecorino, un sacchetto di pepe nero in grani. Il pepe nero perché stimolava direttamente i recettori del calore e aiutava i pastori a proteggersi dal freddo; il pecorino stagionato si conserva a lungo e la pasta garantiva il giusto apporto di carboidrati e calorie. Questo piatto è diventato poi tipico delle osterie romane. Il segreto della cacio e pepe sta nella mantecatura degli ingredienti per ottenere la cremina.