fbpx

Peperoni sottolio, la conserva dell’estate

I peperoni sottolio sono una conserva dell'estate, ottima se preparata con i peperoni arrostiti al forno del vostro orto. Insaporitela con aglio e prezzemol
peperoni sottolio
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp

Quest’anno il mio orto è stato particolarmente generoso con i peperoni, ma non posso dire la stessa cosa degli altri ortaggi. Poco male, mi sono adoperata per trovare vari modi di conservarli e i peperoni sottolio sono senza dubbio una trovata geniale. Primo perché se vi è mai capitato di dover acquistare i peperoni arrosto sottolio al supermercato vi sarete resi conto del loro prezzo spropositato, secondo perché farli in casa significa utilizzare ingredienti naturali e non aggiungere conservanti o coloranti. Dopo aver provveduto alla sterilizzazione dei vasetti e alla cottura dei peperoni al forno, pochi passaggi vi separano da una conserva estiva davvero deliziosa. Immancabile nella mia ricetta l’aglio e il prezzemolo. Solitamente servo i peperoni sottolio come antipasto oppure, quando non ho voglia di cucinare, preparo dei crostini o delle bruschette con il formaggio spalmabile e i peperoni o le melanzane sottolio. Semplice ma delizioso.

Ingredienti per 4 persone

  • Peperoni: q.b.
  • Olio evo: q.b.
  • Aglio: q.b.
  • Prezzemolo: q.b.
  • Preparazione: 30 minuti
  • Cottura: 30 minuti
  • Totale: 60 minuti
  • Calorie: 77 kcal/100 g

Preparazione

1

Come prima cosa lavate i peperoni e disponeteli poi su una teglia rivestita di carta forno.

2

Arrostiteli per 30 minuti a 200°C. Potete trovare altri modi di arrostire i peperoni in questo articolo.

3

Una volta sfornateli, trasferiteli in un sacchetto gelo e chiudetelo. Lasciateli raffreddare. In questo modo rimuovere la pelle sarà molto più semplice. Rimuovete quindi la pelle, i semi e il picciolo.

4

A questo punto potete decidere se conservarli interi o a filetti. Io solitamente faccio un po’ e un po’. Trasferite i peperoni nei vasetti opportunamente sterilizzati insieme a prezzemolo tritato e aglio a fettine.

5

Coprite con olio buono e chiudete, senza sterilizzare per il momento. Picchiettate leggermente il vasetto sul piano di lavoro in modo da far risalire le eventuali bolle d’aria. Trascorsa qualche ora eventualmente rabboccate il livello dell’olio. Un consiglio: riempite per metà il vasetto di peperoni, aggiungete quindi un po’ di olio fino a coprire e proseguite poi con altri peperoni e altro olio. In questo modo si formeranno meno bolle.

6

A questo punto chiudete definitivamente i vasetti e metteteli a bollire per 20 minuti partendo da acqua fredda in una pentola. Dovranno essere coperti da almeno un dito di acqua e tenete presente che bollendo il livello si abbasserà. Lasciateli raffreddare nella loro acqua, quindi asciugateli e trasferiteli in dispensa.

Conservazione e Consigli

I peperoni sott’olio devono essere conservati nel modo corretto per evitare situazioni spiacevoli, ovvero il sottovuoto deve essere fatto nel modo corretto. I barattoli, quindi andranno conservati in un luogo fresco asciutto e lontano da fonti di luce e calore. Prima di consumare i peperoni aspettata una settimana dalla preparazione. Una volta aperto il barattolo va conservato in frigorifero e consumato entro una settimana, avendo cura di aggiungere olio extra vergine d’oliva per mantenere i peperoni ben coperti. Al fine di una buona riuscita della ricetta è necessario che i peperoni siano freschi, sodi, corposi e che non abbiano macchie o imperfezioni. Inoltre se volete dare un profumo e un tocco diverso ai vostri peperoni sott’olio potete aggiungere dei capperi o altri aromi che vi piacciono.