Parmigiana di peperoni, una variante saporita

Un primo piatto dal sapore di estate, la parmigiana di peperoni è simile a quella di melanzane ma il suo sapore vi conquisterà
parmigiana di peperoni
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp

Sicuramente state pensando ad un errore. La parmigiana è con le melanzane! Vero! La classica parmigiana, le cui origini vengono contese dal sud Italia, è quel delizioso piatto che abbonda sulle nostre tavole d’estate. Ingrediente principe è la melanzana, che viene fritta, e poi disposta in strati alternati con sugo di pomodoro, mozzarella, parmigiano e basilico, e che termina la cottura in forno, per far amalgamare e gratinare tutti gli ingredienti. La mozzarella filante e il connubio cremoso che si crea tra i vari strati, sono un qualcosa di irresistibile. Voglio oggi ricreare lo stesso effetto per la parmigiana di peperoni. Il procedimento rimane lo stesso, avremo bisogno sempre di sugo (o se preferite potete usare fettine di pomodoro fresco, per una versione più asciutta ed estiva), mozzarella e basilico. La variante sono i peperoni, ortaggio croccante, dal sapore deciso, che andremo però ad arrostire precedentemente in forno, per aumentarne l’aroma. E per aggiungere croccantezza, disponiamo tra uno strato e l’altro sfoglie di pane carasau. Il pane carasau è il tipico pane sardo, caratterizzato da questa sfoglia sottile e croccante, che ben si accompagna a sughi e pietanze soffici. In alternativa possiamo sostituirlo con dei crostini a cubetti, ed arricchire questa versione con olive nere ed origano.

Ingredienti per 2 persone

  • peperoni arrostiti: 2
  • passata di pomodoro: 200 ml
  • mozzarella: 1
  • Basilico: q.b
  • 1 spicchio d’aglio: 1
  • Parmigiano: q.b
  • Pangrattato: q.b
  • Olio d’oliva: q.b
  • Sale: q.b
  • Preparazione: 40 minuti
  • Cottura: 20 minuti
  • Totale: 60 minuti
  • Calorie: 172 kcal/porzione

Preparazione

1

Mettiamo i peperoni in forno, a 200°C, fino a che la pelle non si sarà abbrustolita, almeno una ventina di minuti.

2

Lasciamoli raffreddare, e rimuoviamo la pelle. Tagliamo in quattro parti e insaporiamo con il sale.

3

In una padella lasciamo scaldare dell’olio, aggiungiamo uno spicchio d’aglio e la passata di pomodoro, con un cucchiaio di acqua per stemperarla. A metà cottura aggiungo anche il sughetto che han rilasciato i peperoni dopo la cottura. Aggiustiamo di sale e lasciamo riposare a fuoco spento.

4

Ho deciso di fare delle monoporzioni, ma in alternativa possiamo impiegare lo stesso procedimento con una teglia da forno.

5

Strofiniamo uno spicchio d’aglio sul fondo, versiamo un filo d’olio, e disponiamo le nostre fette di peperone. Aggiungiamo il sugo di pomodoro, la mozzarella tagliata a fette, una manciata di parmigiano.

6

Aggiungiamo a piacere qualche pezzo di pane carassi spezzettato.

7

Ripetiamo formando un altro strato. Aggiungiamo del pangrattato, ed inforniamo in forno statico a 180°C per 15 minuti circa.

Curiosità:

Ormai prepariamo tutto in casa, quindi perché non preparare anche il pane carasau?! Buona alternativa al pane classico, avremo bisogno in realtà degli stessi ingredienti, cioè di farina di grano duro, lievito, sale e acqua tiepida. Una volta preparato e fatto lievitare, l’impasto andrà steso come se stessimo facendo una piadina. Questi dischi verranno cotti in forno, uno per volta, sulla placca del forno calda, capovolta, a 220°C per qualche secondo. Quando la superficie sarà dorata e gonfiata, dovremo toglierli dal forno, e con un coltello separare il pane a metà, per ultimare nuovamente la cottura in forno.