Involtini primavera, un classico a casa vostra

Un classico della cucina cinese, gli involtini primavera arrivano a casa vostra con la ricetta facile e il loro saporito ripieno di verdure.
involtini primavera
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp

Se siete stati almeno una volta in un ristorante cinese, avrete sicuramente assaggiato gli involtini primavera. Possiamo dire senza troppa paura di essere smentiti, che sono uno dei primi piatti che gli scettici sulla cucina cinese assaggiano: vuoi perché sono conosciuti, almeno per sentito dire da tutti, vuoi per la semplicità degli ingredienti, gli involtini primavera difficilmente ti deludono. Un croccante guscio di carta di riso e un ripieno morbido e sapido, sono le caratteristiche di questo piatto appartenente alla tradizione asiatica, non solo cinese ma anche vietnamita, e poi diffusosi in tutto il mondo. Ne esistono diverse versioni, quella che vi proponiamo noi è la più semplice che potete arricchire con funghi e altre verdure a vostro piacimento. E’ possibile preparare gli involtini primavera con pasta fillo. In tal caso la ricetta non sarà più senza glutine. Potrete anche preparare gli involtini primavera al forno, per un piatto croccante ma più leggero, oppure nella golosissima versione dolce.

Ingredienti per 4 persone

  • carta di riso: 20 fogli
  • carota: 1
  • verza: 200 g
  • germogli di soia: 1 confezione
  • porro: 1
  • salsa di soia: 2 cucchiai
  • zenzero: 1 dito
  • spicchio di aglio: 1
  • olio di semi: q.b
  • Preparazione: 15 minuti
  • Cottura: 10 minuti
  • Totale: 25 minuti
  • Calorie: 154 kcal/100 g

Preparazione

1

Come prima cosa occorre preparare il ripieno, in modo che sia ben freddo al momento di preparare gli involtini.
Affettate finemente il porro e grattugiate la carota con la grattugia a fori grossi.

2

Rosolateli in un work con un cucchiaio di olio di semi, lo zenzero sbucciato e grattugiato e l’aglio tritato finemente.

3

Pulite la verza rimuovendo la costola dura centrale e affettatela.

4

Unitela alle verdure e lasciare cuocere finché si saranno intenerite.

5

Aggiungete i germogli sgocciolati e fate insaporire qualche istante.

6

Sfumate con la salsa di soia che oltre al caratteristico sapore conferirà al ripieno la giusta sapidità senza aggiungere sale.
Una volta che il ripieno sarà pronto, lasciatelo raffreddare prima di cominciare a preparare gli involtini primavera.

7

Mettete un poco di ripieno come in foto sui fogli di carta di riso.
La carta di riso, prima di essere utilizzata, va bagnata sotto acqua corrente, maneggiandola delicatamente.

8

Ripiegate i lembi esterni quindi arrotolateli.

9

Friggete in un dito di olio bollente finché dorati. Servite caldi accompagnati da salsa agrodolce.

Curiosità e Varianti

Come mai si chiamano involtini primavera? il motivo è il seguente: nei tempi passati venivano preparati soprattutto per festeggiare il Capodanno che nel calendario tradizionale cade proprio in primavera, da qui il nome. Oggi in Cina, invece il capodanno si festeggia dal 21 gennaio al 21 febbraio, cambia a seconda delle fasi lunari. Esistono molte varianti degli involtini primavera: alcuni inseriscono oltre alle verdure anche carne di pollo o maiale o i tipici germogli di soia. Esistono in commercio anche delle sfoglie per gli involtini che vi renderanno la realizzazione degli stessi ancora più semplice. Li trovate nei negozi per alimenti etnici o anche online. Per friggere andrà ben olio di arachide che non lascia cattivi odori o girasole.