Casatiello napoletano con la ricetta originale

Il castello è una ricetta di Pasqua tipica di Napoli. Un 'impasto lievitato arricchito con uova, salame Napoli e caciocavallo.
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp

Nel giorno di Pasqua e, ancora di più, in quello di Pasquetta, la tradizione napoletana vuole che a tavola ci sia anche lui: il casatiello. Un piatto che vi stupirà con il suo sapore ricco. L’impasto ricorda quello del pane, ma la cosa che stupisce è il ripieno. Salame tipo Napoli e formaggio pecorino non possono mancare, anzi, devono abbondare. Ogni famiglia poi ha la sua ricetta, soprattutto se teniamo conto che in la tradizione culinaria partenopea è davvero molto radicata. La ricetta originale del casatiello prevede anche delle uova “ingabbiate” sulla superficie che solitamente i bambini si litigano. Un vero trionfo di sapori, vediamo insieme come prepararlo. Simile per forma e per ingredienti, c’è anche il tortano, per non dimenticare la golosissima versione dolce del casatiello.

Ingredienti per 8 persone

  • farina 00: 200 g
  • farina 0: 200 g
  • acqua: 200 ml
  • bustina di lievito: 1
  • olio extravergine: 25 ml
  • strutto: 25 g
  • sale fino: 15 g
  • salame napoletano: 100 g
  • caciocavallo: 100 g
  • pecorino: 50 g
  • uova sode: 6
  • Preparazione: 20 minuti
  • Cottura: 30 minuti
  • Totale: 50 minuti
  • Calorie: 600 kcal/porzione

Preparazione

1

Mettete in una ciotola i due tipi di farina, il sale, il lievito, l’olio e lo strutto.

2

Azionate la macchina a aggiungete a filo l’acqua. Potete anche impastare a mano seguendo lo stesso procedimento.

3

Lasciate impastare per 5 minuti, finché l’impasto non si sarà incordato al gancio.
Staccatelo, lavoratelo brevemente su un piano infarinato dandogli la forma di palla quindi mettete a lievitare fino al raddoppio. Nel forno spento con la luce accesa basteranno un paio di ore.

4

Una volta lievitato, aiutandovi con il matterello stendete l’impasto a rettangolo.

5

Cospargetelo con il salame, due uova e il caciocavallo tagliati a dadini. Il pecorino invece aggiungetelo grattugiato oppure a scaglie.

6

Arrotolate aiutandovi con la carta forno, formando una sorta di serpentone.

7

Trasferitelo in uno stampo a ciambella, decorate con le 4 uova sode e infornate a 200°C per 30-35 minuti.

Consigli e Suggerimenti

Per la farcia potete liberare la vostra fantasia nel senso che se non amate il salame, potete inserire tranquillamente la pancetta o il prosciutto cotto. Anche per i formaggi avete ampia scelta: vi consigliamo però di non usare la mozzarella o comunque formaggi freschi a pasta filata.

Cenni Storici sul Casatiello

Come vi abbiamo già detto, il Casatiello è un piatto tipico delle festività Pasquali che festeggia la resurrezione di Cristo. La caratteristica fondamentale sono le uova ingabbiate e semisommerse nell’impasto in cui le strisce di pane rappresentano la croce su cui morì Gesù, mentre l’aspetto circolare è un richiamo alla ciclicità insita nella resurrezione pasquale. La forma ricorda una grande ciambella, ma gli ingredienti sono salati e non dolci. In Sicilia ad esempio si usa farne tante più piccole, inserendo una o due uova e viene chiamata “Pace”. Il casatiello tipico napoletano contiene un ingrediente “fondamentale” che rende il suo sapore ancora più denso: la sugna, e cioè Il grasso del maiale. Si presume che il suo nome derivi dalla parola napoletana caso (cioè cacio, da cui casatiello), ingrediente che fa parte del suo impasto. Le origini del Casatiello sono antichissime e si fanno risalire al Seicento. La forma circolare simboleggia la corona di spine di Cristo e le uova – simbolo pasquale per eccellenza – hanno fatto diventare questo pasto come uno dei più importanti della tradizione religiosa pasquale. Il casatiello è ottimo anche da consumare per una gita fuori porta e un pic nic quindi da portare a sacco. Il Casatiello non è da confondere con il Tortano che è una versione più semplice dove non sono previste le uova. Esiste anche una variante dolce del Casatiello dove gli ingredienti sono: uova, zucchero, strutto e decorato con della glassa in superficie.