Come ottenere la cottura perfetta della pasta

Noi Italiani veneriamo la pasta, per questo quando ci capita di mangiarla all’estero le troviamo difetti e imperfezioni, soprattutto nella cottura. Non ho mai pensato che cuocere la pasta fosse difficile, forse perchè l’ho sempre visto fare con grande naturalezza da tutti, fino a quando non mi è capitato di mangiarla in Inghilterra durante una […]

  • Tempo di preparazione
  • Tempo di cottura:
  • Porzioni: persone
  • Calorie:

Noi Italiani veneriamo la pasta, per questo quando ci capita di mangiarla all’estero le troviamo difetti e imperfezioni, soprattutto nella cottura.

Non ho mai pensato che cuocere la pasta fosse difficile, forse perchè l’ho sempre visto fare con grande naturalezza da tutti, fino a quando non mi è capitato di mangiarla in Inghilterra durante una vacanza studio. Non ho mai mangiato nulla di più terribile: un ammasso di colla senza sale con un “ragù” piccante degno della peggior cucina da incubo. La cosa peggiore però, è che loro LO ADORAVANO!

A distanza di tempo mi sono decisa e ho stilato una serie di regole per la cottura della pasta. Vediamole insieme!

  1. La pasta va cotta in acqua salata nella proporzione di 12 g di sale per litro di acqua. Il sale va aggiunto quando l’acqua bolle, metterlo prima ne allunga i tempi di bollitura.
  2. La pasta va buttata quando l’acqua bolle, in particolare quando riprende il bollore dopo aver aggiunto il sale.
  3. Si utilizza il sale grosso.
  4. Utilizzare una pentola capiente.
  5. Mescolare subito la pasta dopo averla calata così che non si attacchi.
  6. Cuocete a fuoco vivace con la pentola scoperta.
  7. Attenervi ai tempi indicati sulla confezione per avere una cottura al dente, aumentare di uno o due minuti per averla più morbida.
  8. La pasta all’uovo cuoce più velocemente: se fresca basteranno un paio di minuti, se secca circa 5, ma anche in questo caso attenetevi ai tempi riportati sulla confezione.
  9. La pasta ripiena e gli gnocchi generalmente sono pronti non appena vengono a galla.
  10. Per non far attaccare la pasta, soprattutto quella all’uovo, unite un cucchiaio di olio all’acqua.

Voi seguite queste regole?

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *