Peperoni in agrodolce

Tipici della cucina siciliana, i peperoni in agrodolce sono un contorno o un antipasto protagonisti indiscussi della stagione estiva. Il sapore agrodolce viene dato dall’utilizzo di aceto e zucchero durante la preparazione; ingredienti che si abbinano perfettamente con il gusto dolciastro dei peperoni. Grazie alla loro estrema versatilità, i peperoni in agrodolce possono essere abbinati […]

  • Tempo di preparazione
  • Tempo di cottura:
  • Porzioni: 4 persone
  • Calorie: 45 Kcal/100 g
  • Ingredienti

  • Peperoni rossi: 2
  • Peperoni gialli: 2
  • Aglio: 2 spicchi
  • Olio Evo: 3 cucchiai
  • Aceto: 5 cucchiai
  • Zucchero: 1 cucchiaio
  • Sale: q.b

Tipici della cucina siciliana, i peperoni in agrodolce sono un contorno o un antipasto protagonisti indiscussi della stagione estiva. Il sapore agrodolce viene dato dall’utilizzo di aceto e zucchero durante la preparazione; ingredienti che si abbinano perfettamente con il gusto dolciastro dei peperoni.

Grazie alla loro estrema versatilità, i peperoni in agrodolce possono essere abbinati sia alla carne che al pesce. Ma molto spesso si utilizzano anche in pietanze fredde, come le insalate. La loro preparazione è facile e veloce.

Procedimento:

1Lavare i peperoni sotto abbondante acqua corrente, quindi tagliate il torsolo ed eliminate all’interno i semi e i filamenti interni. Poi divideteli in quarti, quindi in striscioline..

2In una padella antiaderente, fate rosolare due spicchi d’aglio in due cucchiai d’olio. Aggiungere quindi nel tegame con l’aglio i peperoni tagliati a striscioline e lasciate cuocere a fiamma moderata per 10 minuti circa. Coprite la padella con un coperchio.

3Trascorsi 10 minuti, è il momento di aggiungere lo zucchero e l’aceto. Amalgamare bene, quindi proseguire la cottura per altri 20 minuti circa. Potrebbe essere necessario aggiungere un po’ d’acqua durante la preparazione. A questo punto i peperoni avranno assunto una consistenza più morbida.

Peperoni in agrodolce3

4I peperoni in agrodolce possono essere serviti sia tiepidi che freddi.

Consigli

  • Cambiando le dosi dell’aceto e dello zucchero si può modificare il sapore dell’agrodolce a seconda delle vostre preferenze. Nel fare questa modifica, è bene sapere che la quantità di zucchero deve essere sempre inferiore a quella dello zucchero.
  • Per dare un tocco di più al piatto, ai peperoni in agrodolce si può aggiungere dei pinoli e dell’uva passa, oppure delle olive. Molto diffusa è anche l’aggiunta del pangrattato.
  • L’olio utilizzato per cuocere i peperoni non deve essere mai abbondante. I peperoni, infatti, non devono friggere.
  • Altro piccolo trucco per ottenere dei peperoni in agrodolce perfetti è quello di non mantenere il coperchio durante tutta la fase della cottura. Il rischio che si incorre è quello di avere dei peperoni sfaldati a fine cottura, rilasciando l’acqua.
  • A seconda delle preferenze i peperoni in agrodolce possono essere salati a fine cottura. Questa pietanza è di per sé molto gustosa, quindi non sempre è necessario salare.
  • Al posto dello zucchero si può usare anche il vincotto d’uva, rende la preparazione molto più cremosa e profumata.

Varianti:

Peperoni in agrodolce sott’olio

I peperoni in agrodolce si prestano per essere conservati sott’olio in un barattolo di vetro, quindi essere consumati in altri periodi dell’anno. In questo caso dopo aver pulito, tolto il torsolo ed eliminato semi e filamenti dei peperoni, tagliateli a striscioline. Nel frattempo fate bollire in una pentola 1 litro di aceto, 100 gr di olio extravergine di oliva, 100 gr. di zucchero e 100 gr di sale. Versare il tutto in un recipiente capiente dove avrete trasferito i peperoni. Mescolare il tutto e lasciare a marinare per almeno 24 ore. Scolare quindi i peperoni e introdurli in dei barattoli sterilizzati (fate attenzione alla fase della sterilizzazione). Aggiungere abbondante olio di oliva fino a completa copertura dei peperoni, quindi chiudere ermeticamente. Conservare il luogo fresco per almeno tre settimane prima della consumazione.

Peperoni in agrodolce e cipolla

Altra variante molto diffusa nella cucina siciliana è quella dell’aggiunta della cipolla rossa durante la preparazione dei peperoni in agrodolce. Durante la cottura, quindi, aggiungete la cipolla tagliata a listarelle. A fine cottura sfumare con del vino rosso.

Conservazione

I peperoni in agrodolce si conservano perfettamente in frigo per 3-4 giorni. Nel caso della preparazione dei peperoni in agrodolce in barattolo i periodi di conservazione si allungano notevolmente, anche qualche mese. Il luogo di conservazione in questo caso dovrà essere un luogo fresco e asciutto, lontano da fonti di luce. Dopo aver aperto il barattolo, però, i peperoni dovranno essere consumati nell’arco di 3-4 giorni.