Filetto di maiale in crosta di semi di papavero e cipolle rosse caramellate

Perché a volte viene proprio voglia di sentire un sapore nuovo, magari ricercato, deciso e tuttavia semplice. Un sapore, anzi quel sapore che appaga, con pochi sensi di colpa, tutti i sensi: l’olfatto, già con le prime parti della preparazione, il tatto, quando la morbidezza della carne incontra la croccantezza dei semi di papavero, la […]

  • Tempo di preparazione
  • Tempo di cottura:
  • Porzioni: 4 persone
  • Calorie: 143 kcal/ 100 g
  • Ingredienti

  • filetto di maiale: 650 g
  • semi di papavero: 50 g
  • cipolla rossa: 200 g
  • vino bianco: 1 bicchiere
  • aceto balsamico: 20 ml
  • zucchero: 1 cucchiaio
  • Olio: q.b
  • Sale: q.b
  • Pepe: q.b

Perché a volte viene proprio voglia di sentire un sapore nuovo, magari ricercato, deciso e tuttavia semplice. Un sapore, anzi quel sapore che appaga, con pochi sensi di colpa, tutti i sensi: l’olfatto, già con le prime parti della preparazione, il tatto, quando la morbidezza della carne incontra la croccantezza dei semi di papavero, la vista, quando viene sistemato in un piatto, il gusto, quando lo assaggi e l’udito…nelle lodi dei commensali!

Il filetto di maiale in crosta di papavero sarà in grado di offrire un sapore morbido, gustoso, leggero e proteico. Ideale come secondo piatto, anche per le vostre cene speciali; con pochi accorgimenti e sapienti abbinamenti il risultato sarà una pietanza particolare che conquisterà tutti i palati.

Il filetto è ricavato dalla parte lombare del maiale ed è un taglio di carne particolarmente magro ma al tempo stesso molto saporito. Ha un basso contenuto di grassi saturi, alla stregua del petto di pollo.

Vediamo allora come deliziarci con questo piatto.

Come preparare il filetto di maiale:

1Prendiamo due padelle perché in una andremo a cuocere il filetto e nell’altra le cipolle.

Iniziamo col pulire la cipolla rossa e quindi a tagliarla in sottili fettine. In una padella versiamo un filo di olio extravergine di oliva e lasciamo che si scaldi qualche secondo. A questo punto uniamo le cipolle e lasciamole andare a fuoco vivo per qualche minuto. Procediamo ad abbassare la fiamma e a mettere il coperchio e facciamo cuocere per cinque minuti circa, rimestando di tanto in tanto.

cipolle in padella

2Sfumiamo con l’aceto balsamico e aggiungiamo un cucchiaio di zucchero. Mescoliamo il tutto e terminiamo la cottura per altri 10 minuti, a fiamma dolce. Quando le nostre cipolle saranno pronte, lasciamole coperte nella padella e taniamole da parte.

cipolle caramellate

Occupiamoci della carne.

3Laviamo, asciughiamo e puliamo il nostro filetto di maiale. Poniamolo su un tagliere, spolveriamo con un po’ di sale e di pepe e passiamolo, come se fosse un’impanatura, nei semi di papavero.

filetto di maiale

4Mettiamo a scaldare un po’ d’olio evo in una padella e adagiamo il nostro filetto. Facciamolo rosolare per qualche minuto su tutti i lati per poi sfumare con un bicchiere di vino bianco. Lasciamo che questo evapori e proseguiamo con la cottura, ricordando di tenere la fiamma a fuoco moderato affinché venga mantenuta la croccantezza esterna lasciando, al contempo, la carne tenera all’interno. Saranno sufficienti quindici minuti. Non prolunghiamo di molto la cottura, altrimenti il filetto si asciugherà troppo.

filetto in cottura

Nel frattempo possiamo scaldare leggermente le cipolle, tenute da parte.

5Quando il filetto sarà cotto lo posizioneremo su un tagliere, per facilitare il taglio trasversale della carne e ricavare così dei medaglioni, non troppo alti.

filetto a fette

6Quindi, serviamo il filetto, irrorato con un po’ di fondo di cottura e  accompagnato dalle cipolle caramellate.

Consiglio

Le cipolle possono essere preparate in anticipo. Il filetto può essere solo impanato ma non cotto se non prima di servirlo e va consumato subito dopo la cottura.

Note

Il filetto di maiale è un particolare tipo di carne molto versatile che si presta a diverse preparazioni e non delude mai. Può essere cucinato, ad esempio, anche a fettine in padella o alla brace. L’unico accorgimento è quello di evitare le cotture prolungate in quanto le carni asciugherebbero troppo.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.