Testaroli, un primo piatto tipico della Lunigiana

I testaroli sono considerati da alcuni gli antenati della pasta. Composti unicamente da farina (originariamente di farro), acqua e sale, vengono solitamente serviti con il pesto. La loro preparazione è simile a quella delle crespelle: occorre infatti creare una pastella con farina e acqua e versarla, creando uno spessore di 2-3 mm, in una padella rovente di […]

  • Tempo di preparazione
  • Tempo di cottura:
  • Porzioni: 2 persone
  • Calorie: 236 kcal/100 g
  • Ingredienti

  • farina 00: 150 g
  • acqua: 240 ml
  • sale: 1 pizzico
  • olio extravergine di oliva: q.b
  • pesto: q.b

I testaroli sono considerati da alcuni gli antenati della pasta. Composti unicamente da farina (originariamente di farro), acqua e sale, vengono solitamente serviti con il pesto. La loro preparazione è simile a quella delle crespelle: occorre infatti creare una pastella con farina e acqua e versarla, creando uno spessore di 2-3 mm, in una padella rovente di ghisa (originariamente in terra cotta) detta appunto testo. La crespella così ottenuta veniva fatta cuocere sulla fiamma del camino, senza girarla.

Oggi nelle nostre case è quasi impossibile riprodurre alla lettera questa antichissima ricetta dei testaroli, presidio Slow Food. Ecco perché ho pensato di modernizzarla, senza alterarla nella sostanza, in modo che anche a casa vostra possiate godere di questo delizioso piatto. In alternativa al pesto, potete optare per un battuto finissimo di basilico, una grattugiata di formaggio e un filo di olio buono. Più semplice e delicato, ricalca esattamente il condimento tradizionale.

1 Come prima cosa mettete in una ciotola la farina, il sale e l’olio.

testaroli

2 Aggiungete l’acqua a filo, mescolando con una frusta a mano. Create una pastella liscia, senza grumi.

testaroli

3 Scaldate una padella per crepe o antiaderente, leggermente oliata e versate la pastella.

testaroli

4Formate uno strato di 2-3 mm di spessore. Lasciate cuocere un paio di minuti quindi girate e proseguite la cottura.

testaroli

5Proseguite così fino a che non avrete terminato la pastella. Trasferite le crepes pronte su un piatto, una sull’altra.

testaroli

6Con una rotella taglia pasta ricavate delle losanghe di 5 cm di lato circa.

testaroli

7Portate a bollore una pentola con dell’acqua salata e sbollentate i testaroli finché non vengono a galla.
Scolateli e conditeli con del pesto.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.