Linguine all’astice, il gusto delicato della tradizione

Le linguine all’astice rappresentano una tradizione gastronomica importante dei paesi che si affacciano sul mare (e non solo), quasi un simbolo, un idioma. Piatto raffinato e delicato ma al tempo stesso semplice e molto gustoso. Da servire nelle grandi occasioni e in momenti speciali. La sua morbida polpa si accosta in maniera sublime al sughetto di pomodoro […]

  • Tempo di preparazione
  • Tempo di cottura:
  • Porzioni: 2 persone
  • Calorie: 530 kcal/100 g
  • ingredienti

  • astice: 1
  • spicchio d'aglio: 1
  • linguine: 160 g
  • vino bianco secco: 1/2 bicchiere
  • pomodorini: 100 g
  • sale: q.b
  • olio di oliva: q.b

Le linguine all’astice rappresentano una tradizione gastronomica importante dei paesi che si affacciano sul mare (e non solo), quasi un simbolo, un idioma. Piatto raffinato e delicato ma al tempo stesso semplice e molto gustoso. Da servire nelle grandi occasioni e in momenti speciali. La sua morbida polpa si accosta in maniera sublime al sughetto di pomodoro tanto da lasciare estasiati al primo assaggio.

L’astice è un crostaceo dalle carni molto delicate e gustose che ben si prestano  alla preparazione di molteplici piatti saporiti e invitanti. Il modo più comodo per cucinarlo è tramite bollitura in quanto le carni possono essere facilmente estratte.  In ogni caso, qualunque preparazione si vada a preferire è molto importante che la cottura non si protragga a lungo, altrimenti le carni saranno dure, gommose e poco gustose; è indicato cuocerlo per circa 10-12 minuti. Ha dimensioni decisamente importanti, infatti può arrivare a misurare anche 60 cm, tuttavia in commercio si trovano astici di 30 cm circa. È molto ricco di proteine ma anche potassio, fosforo, sodio, vitamina A e ha un basso apporto calorico. Il notevole carico di sodio lo rende non particolarmente indicato a chi soffre di ipertiroidismo.

linguine all'astice

1Partiamo, innanzitutto, andando alla ricerca di astici freschi e di buona qualità. La ricetta delle linguine all’astice inizia, infatti, proprio dalla preparazione del suo ingrediente principale, l’astice.

2Dopo averlo sciacquato ed asciugato, andiamo ad effettuare un taglio di netto che partendo dalla testa e, continuando lungo il dorso, arrivi ad aprire l’intero carapace in due metà.

linguine all'astice

3Incidiamo le chele con un pesta carne, o uno schiaccianoci. Questo passaggio favorirà in cottura la fuoriuscita dei liquidi dalle stesse chele che andranno ad insaporire il piatto.

4In una capiente padella, versiamo un filo di olio e.v.o., uno spicchio di aglio, pulito e ridotto a pezzettini e un po’ di peperoncino. Lasciamo soffriggere qualche minuto a fuoco lento. Adagiamo delicatamente il nostro astice, suddiviso in due metà, nella padella, con la polpa rivolta verso l’alto, lasciamo rosolare qualche minuto. Sfumiamo con mezzo bicchiere di un buon vino bianco. Uniamo i pomodorini, aggiungiamo un po’ di acqua e copriamo col coperchio, lasciando cuocere per 10 minuti.

linguine all'astice

5Ricordiamo di controllare spesso, sia per verificarne la cottura e sia, soprattutto, se è necessario aggiungere un poco di acqua, qualora si dovesse seccare troppo. Dobbiamo ottenere una salsa non troppo ristretto.

6Nel frattempo portiamo a bollore una pentola di acqua nella quale andremo a cuocere la pasta, regolando quindi di sale.

7Quando l’astice sarà cotto (mi raccomando non esageriamo), riponiamo in un tegame coperto e lasciamo nella padella il sughetto formatosi.

8Senza buttare l’acqua di cottura, che potrà servirci, togliamo la pasta ancora al dente e versiamola nella padella affinché termini la cottura, aggiungendo pian piano e se necessario, la suddetta acqua.

9Regoliamo di sale e, se si gradisce, macinare una manciata di pepe e spolverare con prezzemolo tritato. Quando è tutto pronto procediamo con l’impiattamento. Mettiamo dapprima le linguine, su un lato del piatto, e poi affianchiamo una metà dell’astice, tenuto da parte al caldo.
Servire subito, magari accompagnato da un vino bianco secco o da bollicine belle fredde!

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.